Vino Made in Italy: i cinesi pazzi per il nostro Montepulciano

18 tra operatori e giornalisti del settore, gli ospiti cinesi che sono stati protagonisti di un Wine Tour a Montepulciano. L’iniziativa, promossa dall’Enoteca Italiana di Siena in collaborazione tra gli altri con il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, rientra tra le attività di Yishang, la Casa del Vino di Toscana, struttura inaugurata nel luglio scorso a Shanghai, nel distretto di Luwan, dalla Regione Toscana, in collaborazione con lo storico Ente Mostra Vini senese e nella quale sono presenti numerose etichette dei vini di Montepulciano, prodotto molto apprezzato dal mercato cinese.

“Un’iniziativa importante questa promossa dall’Enoteca Italiana di Siena – affermano dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano – che è stata da subito accolta da parte dei produttori attenti a quei mercati che, come quello cinese, sono considerati emergenti». Il programma del Tour a Montepulciano è stato impegnato da degustazioni, una serie di visite in aziende e in cantina momento nel quale è stato possibile far incontrare i produttori con gli operatori cinesi e dare vita a veri e proprio work shop estemporanei, con presentazioni di prodotti ed etichette, nella prospettiva di accordi e scambi commerciali. Tra le novità della programmazione tanti interventi rivolti ai cosiddetti nuovi mercati in cui in realtà il Nobile ha già fatto penetrare la propria presenza. Oltre al tradizionale appuntamento con l’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano, che si svolgerà a febbraio, il calendario prevede un incontro di presentazione del Vino Nobile il 13 marzo, a Roma presso la sede dell’Ais. Oltre alla partecipazione alle principali fiere di settore (Pro Wein, Vinitaly, London International Wine Fair e Vinexpo), il Consorzio ha in programma per il 2009 un tour internazionale con workshop monotematici sul Vino Nobile e il Rosso di Montepulciano. Ci sono in calendario eventi in Belgio, Olanda, Stati Uniti e Cina. A gennaio i vini di Montepulciano saranno presenti in India in occasione del l’edizione indiana di Vinitaly. Nel 2007 il mercato dei vini di Montepulciano ha visto una forte espansione soprattutto all’estero dove è stato venduto oltre il 60% di prodotto. L’Europa resta il maggiore destinatario (circa l’80% della quota) e Germania, Svizzera e Austria restano i principali mercati, ma crescono le quote destinate a Gran Bretagna e paesi nordici. Importante anche la fetta rappresentata dai “nuovi mercati” tra i quali appunto quello cinese. La media dei mercati emergenti (oltre la Cina anche Canada, Giappone, India) si attesta intorno al 6% dell’export. (CulturalNews.it)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *