Sangiovese di Scansano

Il Morellino di Scansano si produce solo nella fascia collinare della provincia di Grosseto, nei comuni di Scansano,, Manciano, Magliano in Toscana , Grosseto, Campagnatico, Campagnatico e Roccalbegna, tra i fiumi Ombrone e Albegna.
Un ambiente unico, in grado di unire i vantaggi della collina, con gli influssi del mare che incide in modo significativo sull’espressione qualitativa del vitigno base del Morellino, il sangiovese.
In questa parte di Toscana i terreni, prevalentemente aridi e sabbioso-argillosi, e il clima, caldo e poco piovoso nel periodo estivo, favoriscono una crescita delle uve precoce, e consentono di ottenere un buon livello di maturazione.

Il risultato di questi fattori è un Sangiovese che si differenzia da quello prodotto in altre aree, nel rispetto di una tradizione che poggia le sue basi già al tempo degli Etruschi. Per queste sue diversità recentemente il comune di Scansano ha voluto attivare uno strumento, la DE.CO. ( Denominazione comunale ) per la valorizzazione dei prodotti del territorio, la salvaguardia delle peculiarità produttive e le loro tradizionali lavorazioni che sono meritevoli di evidenza pubblica, al fine di perpetuare le condizioni storico e culturali del territorio che si sono venute a creare in ambito agroalimentare.
Il sangiovese qui è conosciuto con il nome di Morellino, dal colore nero dei cavalli, morelli appunto, qui numerosi, e può essere prodotto con il solo sangiovese, oppure con l’aggiunta, sebbene minima, fino al massimo complessivo del 15%, di uve provenienti da vitigni a bacca nera autorizzati e raccomandati per la provincia di Grosseto. Tra questi l’ alicante, il lanaiolo nero, il colorino, il ciliegiolo, il Montepulciano, la malvasia nera, il mammolo, e alcune varietà di provenienza alloctona come il cabernet sauvignon, il cabernet franc, il merlot, il syrah e il pinot nero.
Queste uve vengono utilizzate, solo da alcuni produttori, cercando di dare un’impronta diversa al loro vino: per aumentare il colore, ammorbidire i tannini, di cui il sangiovese è ricco, e diversificando le “ note aromatiche “
Esistono 2 tipologie di Morellino di Scansano: quello giovane, o base, e quello da affinamento, la riserva.
Il primo è un vino più tradizionale, generalmente di pronta beva, in grado di farsi apprezzare già dall’anno successivo alla vendemmia.
Viene vinificato “in rosso”, cioè mediante una fermentazione e la macerazione a contatto con le bucce, per una decina di giorni, poi, tolte le vinacce che vengono pressate, il vino viene travasato in recipienti d’acciaio o in vasche di cemento vetrificato.
Per il morellino riserva il disciplinare di produzione prevede minimo due anni di affinamento, di cui almeno uno in bottii preferibilmente di rovere.
Inoltre è necessario che la gradazione alcolica del vino sia di almeno 12 gradi.
 completare l’affinamento è necessario un periodo di riposo in bottiglia che varia da 3 a sei mesi.
Ecco che nel rispetto di questa annosa tradizione e con amore verso un territorio unico, nel Maggio 1989, Giancarlo Lanza, dottore in agraria, enologo, con la moglie Giulia Andreozzi, Sommelier, acquistano un vigneto in toscana, nelle colline maremmane e costruiscono l’azienda agraria “I Botri di Ghiaccioforte“.
I precedenti proprietari avevano impiantato il vigneto nel 1970 servendosi delle migliori qualità di vitigni selezionati dalle loro vigne ubicate nel comune di Scansano.
I due nuovi proprietari ammodernano l’azienda innovano i sistemi di produzione del vino mantenendo inalterate le tipicità e la caratterizzazione del prodotto locale (Morellino di Scansano e bianco di Pitigliano) , e scelgono il biologico come sintesi della loro attività, ottenendo nel 1994 la certificazione di “Azienda Biologica”.
La vigna “I Botri”, di circa sette ettari, si stende su 2 poggi in località i Botri, di fronte all’abitato Etrusco del Ghiaccio Forte sulla via Aquilana a 12 Km da Scansano. E’ situata sul punto più alto della zona sud si Scansano, a circa 20 Km in linea d’aria dal mar tirreno, da cui si domina l’ondulata valle del fiume Albegna; Indicazioni preziose che sottolineano la fortunata esposizione e i grandi risultati che sono stati capaci di ottenere.
Carla Campus
Sommelier
Staff GustoVino
Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *