ROMA FOOD&WINE FESTIVAL 2013

Da venerdì 17 a domenica 20 maggio 2013
Eataly Roma
Dopo le prime due entusiasmanti edizioni Milanesi, il FOOD&WINE Festival sbarca a Roma all’ultimo piano di Eataly.
Sarà una golosa tre-giorni all’insegna della cucina e del vino di qualità: sono attesi nella capitale 60 fra i migliori vignaioli in arrivo da tutta Italia a cui si uniranno 20 grandi chef.
Le cantine partecipanti sono state selezionate da Helmuth Köcher, presidente e fondatore del Merano WineFestival iniziativa che, da oltre 20 anni, concentra il meglio del vino italiano e internazionale. I cuochi sono stati invitati da Paolo Marchi, ideatore e fondatore di Identità Golose, congresso internazionale di cucina e pasticceria d’autore, dal 2005 punto di riferimento per appassionati e professionisti di tutto il mondo. Partner dell’iniziativa, a Roma, non poteva che essere Eataly con la sua sede più spettacolare: oltre 18.000 m² dedicati al gusto e alle eccellenze italiane.
Da venerdì 17 a domenica 19 maggio gli chef si alterneranno preparando e illustrando i loro piatti mentre i produttori di vino saranno a disposizione del pubblico per proporre in degustazione le loro etichette più rappresentative per un ideale viaggio dall’Alto Adige alla Sicilia.
L’obiettivo è offrire agli appassionati un’occasione per gustare, in uno spazio dalle caratteristiche uniche, il meglio di due realtà che procedono a braccetto, la grande cucina d’autore e decine fra i più interessanti vini italiani.
L’elenco delle aziende vinicole partecipanti è in fase di definizione ma è già pronto il ricco menu proposto dagli chef.
Il filo rosso è rappresentato da 5 grandi piatti : la carbonara, il vitello tonnato, il pollo, il baccalà e il cous cous, di volta in volta proposti e interpretati dai grandi cuochi in chiave classica o contemporanea.
MENU & GRANDI CHEF
VENERDÌ 17 MAGGIO
dalle ore 19 alle ore 22
– Ugo Alciati e il vitello tonnato
– Moreno Cedroni e il baccalà
– Enrico e Roberto Cerea e il pollo
SABATO 18 MAGGIO
dalle ore 12 alle ore 15
– Marianna Vitale e il baccalà
– Heinz Beck e il vitello tonnato
– Emanuele Scarello e il pollo
dalle ore 19 alle ore 22
– Francesco Apreda e il cous cous alle spezie
– Marco Stabile e il vitello tonnato
– Davide Scabin e la carbonara
DOMENICA 19 MAGGIO
dalle ore 12 alle ore 15
– Cristina Bowerman e il pollo
– Christian e Manuel Costardi e il riso alla carbonara
– Alice Delcourt e il cous cous
dalle ore 19 alle ore 22
– Fabrizio Ferrari e il cous cous di mare
– Alessandro Roscioli, Hadj Hassen Nabil, con
– Alessandro Pipero, Luciano Monosilio e la carbonara
– Gennaro Esposito e il baccalà
Ogni piatto sarà proposto al costo di € 10 oltre al costo del biglietto di ingresso
LE DEGUSTAZIONI GUIDATE:
Oltre alla possibilità di degustare liberamente i vini proposti da 60 fra le più rappresentative cantine italiane, il Roma Food&Wine Festival presenterà due grandi appuntamenti quotidiani con i più interessanti protagonisti del vino, da venerdì a domenica, alle ore 16 e alle ore 19. La conduzione delle degustazioni sarà a cura di Ian D’Agata, grande esperto di vini italiani e internazionali e di Helmut Köcher presidente del Merano WineFestival che da anni collaborano per offrire agli appassionati di vino incontri di grande valore e prestigio. Ogni degustazione guidata è proposta a € 40,00 e potrà essere acquistata indipendentemente dal biglietto di ingresso .
Venerdì 17 maggio
Ore 16: Verticale Fontalloro: il XXI secolo
Per conoscere il Sangiovese e la sua evoluzione nel tempo. Una straordinaria verticale di Fontalloro – Supertuscan 100% Sangiovese da gustare in compagnia di Giuseppe Mazzocolin, uomo colto, ex professore di lettere e “anima” della Fattoria di Felsina di Castelnuovo Berardenga .
In degustazione: otto vini dal 2000 a oggi.
Ore 19: Verticale Flaccianello: Il XXI secolo
Un viaggio con Giovanni Manetti titolare della Cantina Fontodi per scoprire l’evoluzione di un grande vino come il Flaccianello – Sangiovese Supertuscan 100% nella declinazione di Panzano in Chianti.
In degustazione: otto vini dal 2000 a oggi.
Sabato 18 Maggio
Ore 16 : Autoctoni celebri o del tutto sconosciuti secondo MATURA
Avete mai sentito parlare di Grero? E’ uno degli oltre 350 vitigni autoctoni che rendono ricco e variegato il panorama del vino italiano. Magari conoscete il Freisa o il Nerello Mascalese? E un vino da uva Nocera in purezza, lo avete mai assaggiato? Insieme a Emiliano Falsini enologo e Stefano Dini agronomo, del gruppo di esperti di MATURA andremo alla scoperta di vini da vitigni più o meno conosciuti che meritano di essere valorizzati in quanto espressione del territorio. In degustazione (vini e campioni): Trebbiano Spoletino, Carricante, Burson, Colorino, Grero, Nocera, Vespolina e Nerello Mascalese.
Ore 19: I vini secondo natura: sono naturali, organic, biodinamici o semplicemente diversi?
Ian D’Agata e Alessandro Bulzoni, titolare di una delle storiche enoteche di Roma: una discussione fra amici davanti alla prova del bicchiere . Bulzoni è un convinto sostenitore dei vini naturali, D’Agata nutre qualche riserva. Vedremo di capirne di più, senza inutili prese di posizione ideologiche per conoscere prodotti ispirati a una precisa filosofia produttiva.
In degustazione: Fanny Sabre (Borgogna) Savigny les Beaunes 2009, Gerard Schueller (Alsazia) Silvaner 2011 (o Pinot Bianco o Riesling), Yannick Pellettier (Languedoc) Saint Chinian 2007, Le Coste (Gradoli) Rosso 2011, Zidarich (Carso/FVG) Vitoska vigne giovani 2011, Ca’ Russin (Asti) Moscato d’Asti 2012, Principiano (Monteforte d’Alba) Nebbiolo d’Alba, Podere Pradarolo (Parma) Vej bianco 2007.
Domenica 19 maggio
Ore 16: Salviamo il soldato Tazzelenghe
Avete mai assaggiato un Tazzelenghe? Molto probabilmente no dal momento che l’area di produzione riservata a questo vino è oramai ridotta a soli 7 ettari in Friuli Venezia Giulia . Ian D’Agata ha invitato sei produttori di Tazzelenghe a costituire il “Tazzelenghe Team”con l’obiettivo di salvaguardare un frammento di biodiversità. Partecipare a questa degustazione significa dare voce a un territorio italiano e ai suoi protagonisti.
In degustazione: i Tazzelenghe di Conti d’Attimis Maniago, Gianpaolo Colutta, Jacuss, La Viarte, Le 2 Torri.
Ore 19 : Il Pecorino: un grande bianco a confronto con il Sua Maestà il Riesling
Il Pecorino è forse l’autoctono bianco che ha riscosso maggiore successo negli ultimi anni con una crescita esponenziale in numero di bottiglie prodotte e nuovi produttori che vi si sono dedicati. E poiché si tratta di un grande bianco italiano, ne studieremo le migliori espressioni delle Marche all’Abruzzo organizzando un amichevole confronto con grandi Riesling alsaziani e tedeschi.
In degustazione otto vini firmati da Cataldi Madonna, Tiberio, Torre dei Beati, Cocci Grifoni a confronto con i riesling di Schloss Johannisberg, Meyer-Fonné.
COME PARTECIPARE AL FESTIVAL
DATE E ORARI DEL FESTIVAL:
Venerdì 17 maggio 2013 dalle ore 14:00 alle 22:00
Sabato 18 maggio 2013 dalle ore 11:00 alle 22:00
Domenica 19 maggio 2013 dalle ore 11:00 alle 22:00
BIGLIETTERIA: Eataly – Piazza XII ottobre 1492 – Roma
COSTO DEL BIGLIETTO:
E’ possibile acquistare il biglietto in prevendita on line > € 20,00 (3 giorni € 50,00) fino al 16 maggio.
Costo del biglietto di ingresso acquistabile in biglietteria il giorno stesso del Festival > € 25,00/giorno.
DEGUSTAZIONE DEI PIATTI DEGLI CHEF, DEI DESSERT E DEI SALUMI (facoltativa): € 10,00/piatto
DEGUSTAZIONI GUIDATE: ogni singola degustazione è proposta a € 40,00.  La degustazione guidata può essere acquistata senza l’obbligo di accedere al Festival
INFORMAZIONI:

RomaWineFoodFestival

Da venerdì 17 a domenica 20 maggio 2013

Eataly Roma

Dopo le prime due entusiasmanti edizioni Milanesi, il FOOD&WINE Festival sbarca a Roma all’ultimo piano di Eataly. 

Sarà una golosa tre-giorni all’insegna della cucina e del vino di qualità: sono attesi nella capitale 60 fra i migliori vignaioli in arrivo da tutta Italia a cui si uniranno 20 grandi chef.

Le cantine partecipanti sono state selezionate da Helmuth Köcher, presidente e fondatore del Merano WineFestival iniziativa che, da oltre 20 anni, concentra il meglio del vino italiano e internazionale.

I cuochi sono stati invitati da Paolo Marchi, ideatore e fondatore di Identità Golose, congresso internazionale di cucina e pasticceria d’autore, dal 2005 punto di riferimento per appassionati e professionisti di tutto il mondo.

Partner dell’iniziativa, a Roma, non poteva che essere Eataly con la sua sede più spettacolare: oltre 18.000 m² dedicati al gusto e alle eccellenze italiane. 

Da venerdì 17 a domenica 19 maggio gli chef si alterneranno preparando e illustrando i loro piatti mentre i produttori di vino saranno a disposizione del pubblico per proporre in degustazione le loro etichette più rappresentative per un ideale viaggio dall’Alto Adige alla Sicilia. 

L’obiettivo è offrire agli appassionati un’occasione per gustare, in uno spazio dalle caratteristiche uniche, il meglio di due realtà che procedono a braccetto, la grande cucina d’autore e decine fra i più interessanti vini italiani. 

L’elenco delle aziende vinicole partecipanti è in fase di definizione ma è già pronto il ricco menu proposto dagli chef. 

Il filo rosso è rappresentato da 5 grandi piatti : la carbonara, il vitello tonnato, il pollo, il baccalà e il cous cous, di volta in volta proposti e interpretati dai grandi cuochi in chiave classica o contemporanea. 

MENU & GRANDI CHEF

VENERDÌ 17 MAGGIO

Dalle ore 19 alle ore 22:

Ugo Alciati e il vitello tonnato

Moreno Cedroni e il baccalà

Enrico e Roberto Cerea e il pollo

SABATO 18 MAGGIO

Dalle ore 12 alle ore 15:

Marianna Vitale e il baccalà

Heinz Beck e il vitello tonnato

Emanuele Scarello e il pollo

Dalle ore 19 alle ore 22:

Francesco Apreda e il cous cous alle spezie

Marco Stabile e il vitello tonnato

Davide Scabin e la carbonara

DOMENICA 19 MAGGIO

Dalle ore 12 alle ore 15:

Cristina Bowerman e il pollo

Christian e Manuel Costardi e il riso alla carbonara

Alice Delcourt e il cous cous

Dalle ore 19 alle ore 22:

Fabrizio Ferrari e il cous cous di mare

Alessandro Roscioli, Hadj Hassen Nabil, con Alessandro Pipero, Luciano Monosilio e la carbonara

Gennaro Esposito e il baccalà

Ogni piatto sarà proposto al costo di € 10 oltre al costo del biglietto di ingresso 

LE DEGUSTAZIONI GUIDATE

Oltre alla possibilità di degustare liberamente i vini proposti da 60 fra le più rappresentative cantine italiane, il Roma Food&Wine Festival presenterà due grandi appuntamenti quotidiani con i più interessanti protagonisti del vino, da venerdì a domenica, alle ore 16 e alle ore 19.

La conduzione delle degustazioni sarà a cura di Ian D’Agata, grande esperto di vini italiani e internazionali e di Helmut Köcher presidente del Merano WineFestival che da anni collaborano per offrire agli appassionati di vino incontri di grande valore e prestigio.

Ogni degustazione guidata è proposta a € 40,00 e potrà essere acquistata indipendentemente dal biglietto di ingresso .

Venerdì 17 maggio

Ore 16: Verticale Fontalloro: il XXI secolo

Per conoscere il Sangiovese e la sua evoluzione nel tempo.

Una straordinaria verticale di Fontalloro – Supertuscan 100% Sangiovese da gustare in compagnia di Giuseppe Mazzocolin, uomo colto, ex professore di lettere e “anima” della Fattoria di Felsina di Castelnuovo Berardenga . 

In degustazione: otto vini dal 2000 a oggi.

Ore 19: Verticale Flaccianello: Il XXI secolo

Un viaggio con Giovanni Manetti titolare della Cantina Fontodi per scoprire l’evoluzione di un grande vino come il Flaccianello – Sangiovese Supertuscan 100% nella declinazione di Panzano in Chianti. 

In degustazione: otto vini dal 2000 a oggi.

Sabato 18 Maggio

Ore 16 : Autoctoni celebri o del tutto sconosciuti secondo MATURA

Avete mai sentito parlare di Grero? E’ uno degli oltre 350 vitigni autoctoni che rendono ricco e variegato il panorama del vino italiano. Magari conoscete il Freisa o il Nerello Mascalese? E un vino da uva Nocera in purezza, lo avete mai assaggiato? Insieme a Emiliano Falsini enologo e Stefano Dini agronomo, del gruppo di esperti di MATURA andremo alla scoperta di vini da vitigni più o meno conosciuti che meritano di essere valorizzati in quanto espressione del territorio.

In degustazione (vini e campioni): Trebbiano Spoletino, Carricante, Burson, Colorino, Grero, Nocera, Vespolina e Nerello Mascalese.

Ore 19 : I vini secondo natura: sono naturali, organic, biodinamici o semplicemente diversi?

Ian D’Agata e Alessandro Bulzoni, titolare di una delle storiche enoteche di Roma: una discussione fra amici davanti alla prova del bicchiere.

Bulzoni è un convinto sostenitore dei vini naturali, D’Agata nutre qualche riserva. Vedremo di capirne di più, senza inutili prese di posizione ideologiche per conoscere prodotti ispirati a una precisa filosofia produttiva.

In degustazione: Fanny Sabre (Borgogna) Savigny les Beaunes 2009, Gerard Schueller (Alsazia) Silvaner 2011 (o Pinot Bianco o Riesling), Yannick Pellettier (Languedoc) Saint Chinian 2007, Le Coste (Gradoli) Rosso 2011, Zidarich (Carso/FVG) Vitoska vigne giovani 2011, Ca’ Russin (Asti) Moscato d’Asti 2012, Principiano (Monteforte d’Alba) Nebbiolo d’Alba, Podere Pradarolo (Parma) Vej bianco 2007.

Domenica 19 maggio

Ore 16: Salviamo il soldato Tazzelenghe

Avete mai assaggiato un Tazzelenghe? Molto probabilmente no dal momento che l’area di produzione riservata a questo vino è oramai ridotta a soli 7 ettari in Friuli Venezia Giulia. Ian D’Agata ha invitato sei produttori di Tazzelenghe a costituire il “Tazzelenghe Team”con l’obiettivo di salvaguardare un frammento di biodiversità. Partecipare a questa degustazione significa dare voce a un territorio italiano e ai suoi protagonisti. 

In degustazione: i Tazzelenghe di Conti d’Attimis Maniago, Gianpaolo Colutta, Jacuss, La Viarte, Le 2 Torri.

Ore 19 : Il Pecorino: un grande bianco a confronto con il Sua Maestà il Riesling

Il Pecorino è forse l’autoctono bianco che ha riscosso maggiore successo negli ultimi anni con una crescita esponenziale in numero di bottiglie prodotte e nuovi produttori che vi si sono dedicati. E poiché si tratta di un grande bianco italiano, ne studieremo le migliori espressioni delle Marche all’Abruzzo organizzando un amichevole confronto con grandi Riesling alsaziani e tedeschi. 

 

COME PARTECIPARE AL FESTIVAL

DATE E ORARI DEL FESTIVAL:

Venerdì 17 maggio 2013 dalle ore 14:00 alle 22:00

Sabato 18 maggio 2013 dalle ore 11:00 alle 22:00

Domenica 19 maggio 2013 dalle ore 11:00 alle 22:00

BIGLIETTERIA: Eataly – Piazza XII ottobre 1492 – Roma 

COSTO DEL BIGLIETTO: E’ possibile acquistare il biglietto in prevendita on line > € 20,00 (3 giorni € 50,00) fino al 16 maggio. 

Costo del biglietto di ingresso acquistabile in biglietteria il giorno stesso del Festival > € 25,00/giorno.

DEGUSTAZIONE DEI PIATTI DEGLI CHEF, DEI DESSERT E DEI SALUMI (facoltativa): € 10,00/piatto

DEGUSTAZIONI GUIDATE: ogni singola degustazione è proposta a € 40,00.  La degustazione guidata può essere acquistata senza l’obbligo di accedere al Festival

INFORMAZIONI: 

http://www.foodwinefestival.it

http://www.roma.eataly.it

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *