RISTORANTI D’ITALIA 2017 (Gambero Rosso)

gr-ristoranti-ditalia-2017-copertina

Massimo Bottura e La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri in vetta alla classifica

Quattro le new entry nella squadra delle Tre Forchette

Novità dell’anno D’O di Cornaredo (MI)

Cuoco Emergente Martina Caruso

Versatile e poliglotta, tradizionale e cosmopolita.

La guida Ristoranti d’Italia 2017 fotografa una cucina complessa e variegata, di anno in anno più difficile da racchiudere in categorie chiuse quanto ricca di stimoli, talenti, idee come solida nelle sue radici.

Ma a parlare sono i numeri: 704 pagine, 2420 indirizzi, quasi 300 nuovi ingressi, 20 cartine, una per regione, con l’indicazione immediata del “meglio” di ognuna.

Uno strumento sempre più completo e facile da consultare, un servizio al consumatore che vuole “saper scegliere” dove il distintivo sistema di punteggio analitico e il corredo dettagliato di informazioni per ogni esercizio definiscono un valore aggiunto.

Un libro utile al viaggiatore buongustaio, al gourmet navigato, al curioso, a chi vuole semplicemente saperne di più su come si mangia, oggi, nel nostro Paese.30-anni-gr

Ma torniamo ai numeri.

29 Tre Forchette (tre in più del 2016) sono la squadra dei migliori Ristoranti d’Italia.

E i quattro nuovi ingressi – due in Campania – ne esprimono la direzione attuale, segnata dal prestigio di vere e proprie saghe come quelle dell’Enoteca Pinchiorri (Firenze) e de I Quattro Passi (Massa Lubrense, NA) come dal coraggio e del talento dei giovani de La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares (San Cassiano, BZ) e della Taverna Estia (Brusciano, NA). Mantengono la vetta La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri (Roma) e l’Osteria Francescana (Modena). E la raggiunge Massimo Bottura nella classifica delle migliori cucine, da solo in testa con 57/60.

Senza dimenticare le trattorie, i wine bar, le birrerie e gli etnici, i cui “campioni” sono indicati – rispettivamente – come Tre Gamberi – tra i quali spunta quest’anno Il Capanno (Spoleto, PG), Tre Bottiglie, Tre Boccali e Tre Mappamondi (vedi allegato). Occhio più attento, poi, al fenomeno bistrot, formula contemporanea che spopola in molteplici varianti caratterizzate da fruizione informale e menu eclettici e moderni, quest’anno per la prima volta valutati con un simbolo apposito. Due i detentori del massimo riconoscimento, le Tre Cocotte: Donatella (Oviglio, AL), già Bistrot dell’anno nel 2016, e Lanzani Bottega & Bistrot (Brescia), “ex” Tre Bottiglie che a un bere vivace e di spessore ha affiancato una proposta culinaria di altrettanto interesse.

E ancora, i premi speciali: Novità dell’anno al D’O (Cornaredo, MI), fresco di trasferimento in una sede all’avanguardia concepita su misura dal suo chef e patron Davide Oldani; Bistrot dell’anno al Carroponte (Bergamo); Miglior servizio di sala a La Ciau del Tornavento (Treiso, CN); Miglior servizio di sala in albergo a la Stua de Michil dell’Hotel La Perla (Corvara in Badia, BZ); Miglior pane in tavola a Da Caino (Montemerano, GR); Pastry chef dell’anno ad Andrea Tortora del St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina (San Cassiano, BZ); Ristoratore dell’anno a Peppino Tinari di Villa Maiella (Guardiagrele, CH). Ben 21, inoltre, le tavole con il miglior rapporto qualità/prezzo, sparpagliate da Nord a Sud senza distinzione, perlopiù posti dove la filiera corta e l’intelligente gestione dei menu consentono una politica dei prezzi estremamente vantaggiosa per i clienti.

Continuano infine le prestigiose collaborazioni che coronano la premiazione: TrentoDoc per le Tre Forchette, Bertani per le Tre Bottiglie, Animante Barone Pizzini per il premio “gusto&salute”, Acqua Panna e S.Pellegrino per il “cuoco emergente”, Pastificio dei Campi per il “ristorante con la migliore proposta di piatti di pasta”, Nuova Castelli per il “ristorante che valorizza i grandi prodotti caseari Dop italiani”, Ibeer per il “ristorante con la migliore proposta di abbinamento cibo/birra”, Sella&Mosca per “i 10 migliori menu di pesce dell’anno”, Consorzio MelaPiù per il “miglior dessert alla frutta”.

gr-sponsor

Info: ufficio.stampa@gamberorosso.it
coordinamento: Paola Rangeri

Gambero RossoRistoranti d’Italia 2017 del Gambero Rosso 
Gambero Rosso®
in edicola e in libreria
pp 704 – euro 22

I PREMI

 

TRE FORCHETTETre Forchettetrento-doc95
Osteria Francescana
Modena

La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri
Roma

94
Villa Crespi
Orta San Giulio (NO)

Don Alfonso 1890
Sant’Agata sui Due Golfi (NA)

93
La Torre del Saracino
Vico Equense (NA)

92
Piazza Duomo
Alba (CN)

Dal Pescatore
Canneto sull’Oglio (MN)

Seta del Mandarin Oriental Milano
Milano

Le Calandre
Rubano (PD)

Laite
Sappada (BL)

St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina
San Cassiano/Sankt Kassian (BZ)

Lorenzo
Forte dei Marmi (LU)

Uliassi
Senigallia (AN)

Reale
Castel di Sangro (AQ)

91
Da Vittorio
Brusaporto (BG)

Ilario Vinciguerra Restaurant
Gallarate (VA)

Berton
Milano

La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares
San Cassiano/Sankt Kassian (BZ)

90
Enoteca Pinchiorri
Firenze

La Madonnina del Pescatore
Senigallia (AN)

Casa Vissani
Baschi (TR)

La Trota
Rivodutri (RI)

Taverna Estia
Brusciano (NA)

La Madia
Licata (AG)

Un metodo classico italiano di eccellenza, rappresentato da 45 case spumantistiche trentine e due fattori principali a garanzia della qualità: il territorio di montagna, dove nasce, e la sua storia, unita alla grande esperienza degli enologi.

La produzione di metodo classico inizia in Trentino più di 150 anni fa, tanto che la Doc Trento è stata la prima riconosciuta in Italia, fra le prime al mondo.

Territorio e clima qui fanno la differenza, con forti escursioni termiche, con le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco sullo sfondo e le vigne di Chardonnay e Pinot nero coltivate fino a 800 mal del mare.

Oggi vengono realizzate circa 120 etichette di pregio, con stili e personalità diverse, capaci di abbinarsi al meglio sia ai piatti della tradizione italiana che a quelli più fantasiosi della cucina internazionale.

LE 45 CASE SPUMANTISTICHE TRENTODOC
ABATE NERO / ACCADEMIA DEL VINO CADELAGHET / AGRARIA RIVA DEL GARDA / ALTEMASI / BALTER / BELLAVEDER / BORGO DEI POSSERI / CANTINA ALDENO / CANTINA D’ISERA / CANTINA MORI COLLI ZUGNA / CANTINA ROTALIANA DI MEZZOLOMBARDO / CANTINA ROVERÉ DELLA LUNA AICHHOLZ / CANTINA SOCIALE DI TRENTO / CANTINA TOBLINO / CANTINE MONFORT / CEMBRA CANTINA DI MONTAGNA / CESARINI SFORZA SPUMANTI / CONCILIO / CONTI BOSSI FEDRIGOTTI – MASI / CONTI WALLENBURG / ENDRIZZI / ETYSSA / FERRARI F.LLI LUNELLI / FONDAZIONE EDMUND MACH / GAIERHOF / LETRARI / MADONNA DELLE VITTORIE / MARCO TONINI / MAS DEI CHINI / MASO MARTIS / MASO NERO / MASO POLI / METIUS / MOSER / OPERA VITIVINICOLA IN VALDICEMBRA / PEDROTTI SPUMANTI / PISONI F.LLI / REVÌ / ROTARI / SAN MICHAEL / SIMONCELLI ARMANDO / VITICOLTORI IN AVIO / VIVALLIS / ZANOTELLI ELIO & F.LLI / ZENI GIORGIO /

www.trentodoc.com
istituto@trentodoc.com

TRE GAMBERITre GamberiConsorzio
Torino

La Brinca
Ne (GE)

La Madia
Brione (BS)

Caffè La Crepa
Isola Dovarese (CR)

Osteria del Treno
Milano

Osteria della Villetta
Palazzolo sull’Oglio (BS)

Pretzhof
Val di Vizze (BZ)

Ai Cacciatori
Cavasso Nuovo (PN)

All’Osteria Bottega
Bologna

Antica Osteria del Mirasole con Locanda
San Giovanni in Persiceto (BO)

Il Capanno
Spoleto (BO)

Sora Maria e Arcangelo
Olevano Romano (RM)

Vecchia Marina
Roseto degli Abruzzi (TE)

Angiolina
Pisciotta (SA)

Antichi Sapori
Andria (BT)

La Locandiera
Bernalda (MT)

Tischi Toschi
Taormina (ME)

TRE BOTTIGLIETre Bottiglie

striscia-loghiLe Case della Saracca
Monforte d’Alba (CN)

Al Donizetti
Bergamo

Damini Macelleria & Affini
Arzignano (VI)

La Baita
Faenza (RA)

Enoteca Marcucci
Pietrasanta (LU)

Oste della Mal’Ora
Terni

Del Gatto
Anzio (RM)

Roscioli
Roma

Trimani
Roma

Le Giare dell’Hotel Rondò
Bari

TRE BOCCALITre BoccaliCasa Baladin
Piozzo (CN)

Open Baladin
Roma

TRE MAPPAMONDITre MappamondiIyo
Milano

Wicky’s Wicuisine Seafood
Milano

TRE COCOTTEtre-cocotteDonatella Bistrot
Oviglio (AL)

Lanzani Bottega & Bistrot
Brescia

MIGLIOR QUALITÀ/PREZZO

La Clusaz
Gignod (AO)

Da Fausto
Cavatore (AL)

La Coccinella
Serravalle Langhe (CN)

D’O
Cornaredo (MI)

La Piazzetta
Montevecchia (LC)

Hidalgo
Postal/Burgstall (BZ)

La Torre
Spilimbergo (PN)

Vite
Coriano (RN)

Quel Fantastico Giovedì
Ferrara

Mocajo
Guardistallo (PI)

Il Tiglio
Montemonaco (AP)

L’Officina
Perugia

Satricvm
Latina

Zunica 1880
Civitella del Tronto (TE)

L’Elfo
Capracotta (IS)

Il Papavero
Eboli (SA)

Megaron
Paternopoli (AV)

Il Foro dei Baroni
Puglianello (BN)

La Bul
Bari

La Strega
Palagianello (TA)

La Locanda dei Buoni e dei Cattivi
Cagliari

LA NOVITÀ DELL’ANNO

D’O
Cornaredo (MI)

IL BISTROT DELL’ANNO

Al Carroponte
Bergamo

MIGLIOR SERVIZIO DI SALA

La Ciau del Tornavento
Treiso (CN)

MIGLIOR PANE IN TAVOLA

Da Caino
Montemerano (GR)

MIGLIOR SERVIZIO DI SALA IN ALBERGO

La Stua de Michil dell’Hotel La Perla
Corvara in Badia (BZ)

IL PASTRY CHEF DELL’ANNO

ANDREA TORTORA
St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina
San Cassiano (BZ)

IL RISTORATORE DELL’ANNO

PEPPINO TINARI
Villa Maiella
Guardiagrele (CH)

I PREMI SPECIALI

 

GUSTO&SALUTE

Premio Gambero Rosso e Franciacorta Animante Barone Pizzinibarone-pizzini“Quando la sostenibilità è forma e sostanza.
Valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti attraverso una cucina nel pieno rispetto della terra, dell’ambiente e dell’uomo”.

La Grande Limonaia del Lefay Resort
Gargnano (BS)

Le Regard de La Réserve
Caramanico Terme (PE)

Il Nerello del relais Monaci delle Terre Nere
Zafferana Etnea (CT)

CUOCO EMERGENTE 2017

Premio Gambero Rosso e Acqua Panna – S.Pellegrino

THE FINE DINING WATERSBsan-pellegrinoMARTINA CARUSO
Signum
Salina (ME)

RISTORANTE CON LA MIGLIORE PROPOSTA DI ABBINAMENTO CIBO/BIRRA

Premio Gambero Rosso e IBeeri-beerIl Granchio
Terracina (LT)

I 10 MIGLIORI MENU DI PESCE DELL’ANNO

Premio Gambero Rosso e Sella&Moscasella-moscaMa. Ri. Na.
Olgiate Olona (VA)

Antica Osteria da Cera
Campagna Lupia (VE)

Margherita
Mira (VE)

Lorenzo
Forte dei Marmi (LU)

La Pineta
Bibbona (LI)

Romano
Viareggio (LU)

Pascucci al Porticciolo
Fiumicino (RM)

La Rosetta
Roma

Da Tuccino
Polignano a Mare (BA)

Rada Restaurant
Positano (NA)

MIGLIOR DESSERT ALLA FRUTTA

Premio Gambero Rosso e Consorzio MelaPiùmela-piuMela verde, pompelmo e cannella
VALERIA PICCINI
Da Caino
Montemerano (GR)

RISTORANTE CON LA MIGLIOR PROPOSTA DI PIATTI DI PASTA

Premio Gambero Rosso e Pastificio dei Campipastificio-dei-campi

Essenza
Milano

RISTORANTE CHE VALORIZZA I GRANDI PRODOTTI CASEARI DOP ITALIANI

Premio Gambero Rosso e Nuova Castelli

castelli

Massimo Camia
La Morra (CN)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *