Regione Lazio: si amplia la base ampelografica

Nuovi vitigni e nuovi cloni iscritti al registro nazionale. Con l’iscrizione di cinque nuovi vitigni autoctoni e di 12 cloni nel Registro Nazionale delle uve da vino, il settore vitivinicolo laziale consegue un ampliamento significativo della propria base ampelografica. Si creano così le condizioni per una migliore caratterizzazione e tipicizzazione delle  produzioni enologiche regionali e per un loro miglioramento qualitativo. L’iscrizione dei vitigni Maturano, Lecinaro, Pampanaro, Capolongo, Rosciola avvenuta con decreto MIPAAF del 27 marzo 2009 (GU del 26/06/2009), giunge al termine di un lungo lavoro di indagine e valutazione svolto congiuntamente da Arsial e CRA – Centro per la Viticoltura di Conegliano Veneto e Unità di ricerca per le produzioni enologiche dell’Italia centrale di Velletri.

Si tratta si due vitigni a bacca bianca (Capolongo e Pampanaro) e di due a bacca rossa (Lecinaro e Maturano) diffusi anticamente nelle valli di Comino e Liri, in provincia di Frosinone e di un quinto vitigno, la Rosciola, la cui presenza è stata rilevata nelle valli dell’Aniene e del Sacco.
Il loro recupero, avvenuto nell’ambito del Progetto “Agricoltura Qualità” di Arsial e in applicazione della L.R. 15/2000 “Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario” è stato possibile grazie alle azioni di caratterizzazione molecolare, isoenzimatica e ampelografica delle varietà e alle prove di microvinificazione. L’iscrizione dei nuovi cloni è invece il frutto di un lavoro ultradecennale condotto dall’Agenzia in collaborazione con gli istituti specializzati del CRA teso ad individuare, all’interno delle varietà già iscritte al Registro regionale delle varietà di uva da vino ammesse a coltivazione, i cloni più qualificati, per i quali è stato impostato un accurato programma di caratterizzazione genetica, onde fare emergere gli elementi distintivi della tradizione viticola ed enologica laziale. (ARSIAL)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *