(OIV) La produzione mondiale del 2008 ristagna, aumento consumi…

Nel 2008 la produzione di vino ha registrato un ristagno a livello mondiale; i consumi hanno registrato un aumento nel mondo: lo ha reso noto oggi a Parigi il direttore generale dell’Organizzazione internazionale della Vigna e del Vino Federico commentando gli elementi di congiuntura vitivinicola mondiale finora disponibili. Castellucci, cui è stato appena rinnovato il mandato alla guida dell’organizzazione internazionale, ha anche sottolineato il costante aumento dell’esportazione.

“Attualmente una bottiglia su tre viaggia” ha detto sottolineando come in 20 anni il volume delle esportazioni sia passata da 1,2 milioni di ettolitri all’anno a oltre 3 milioni.
Castellucci si è anche rallegrato dell’aumento dei consumi registrato nel mondo. “E’ una buona cosa, perché ad aumentare é il numero dei consumatori” ha detto il dg Oiv che si attende ora ad un’ulteriore espansione dei consumi in India, Cina, Thailandia e Russia. “La Russia, ha precisato, ha ambiziosi progetti nel vino, con un programma di piantare a vigna 47.000 ettari nei prossimi anni”.
Secondo la nota congiunturale, nella zona Unione Europea, la produzione ha registrato l’annata più debole dal 1991 scendendo dell’1% a 1,3 milioni di ettolitri. La flessione è dovuta alla minore produzione dei principali paesi produttori come la Francia (-2,9%), il Portogallo (11%) e l’Austria (-9%). In Italia la produzione è aumentata dell’1%.
Castellucci ha indicato che l’Oiv ha tra le sue priorità quella di cercare di analizzare l’influenza del cambiamento climatico sui vari aspetti della viticultura. (WineNews)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *