Nuova Zelanda: vini bianchi super grazie alla pipì di gatto

"Colore chiaro, gusto unico…", era slogan che il popolare Michele diceva nello spot del Glen Grant. Chissà se sarebbe riuscito a dire la stessa cosa dei vini bianchi neozelandesi del vitigno sauvignon blanc. Infatti secondo quanto riportato dal tabloid Daily Mail il successo commerciale e di gusto di questi vini dipenderebbe dalla "pipì di gatto" che sarebbe l'addittivo segreto. Certo che se fosse così non sarebbe una bella notizia per gli appassionati di questo vino. Eppure è quanto emerge da una ricerca commissionata dal Governo neozelandese sulla produzione vitivinicola nazionale.
Quantità minime – La Dr.ssa Sue Blackmore, un’esperta enologa della Lincoln University, ha comunque precisato che le sostanze responsabili sono presenti “in moderazione” e che “stiamo parlando di quantità estremamente limitate che rendono il vino più complesso e interessante”. Volendo forse far buon viso a cattivo gioco, il produttore Cooper’s Creek, di Kumeu, Nuova Zelanda, ha già lanciato un bianco etichettato per l’appunto “Cat’s Pee”. (Notizie Tiscali )

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *