Ma in Cina ci assaggiano…

Il made in Italy del settore oggi è in forte promozione in dieci città del paese. E “Piazza Italia”, il grande centro gastronomico di Pechino, sta già ottenendo ottimi risultati…Il vino invece è frenato dai prezzi troppo alti…Export e strategie sbagliate…I cinesi amano sempre di più il vino: dal 2006 ne hanno più che triplicato l’import per un valore di 187 milioni di dollari nel primo semestre 2008.

Solo l’Italia fa fatica: in classifica è il quarto Paese per export, preceduta dalla Francia, Cile e Australia. Secondo i dati della dogana cinese, la nostra quota sul mercato è il 7,95%, contro il 36% della Francia. Secondo Raimondo Gissara, partner in Cina di Italian Food & Lifestyle, società di trading di prodotti agroalimentari dall’Italia alla Cina, “i nostri concorrenti devono il successo agli ingenti investimenti promozionali e alle migliori relazioni, politiche e doganali, con la Cina”. L’Italia, al contrario, non è riuscita a ottenere risultati eccellenti per due motivi: “La mancanza di azioni promozionali” dice Gissara “e una sbagliata strategia dei prezzi”. (Panorama Economy)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *