L’Uovo di Pasqua secondo Walter Musco

 

Pasticceria Bompiani
Largo Bompiani, 8 (Roma)
Mostra di Uova Pasquali dedicate ai grandi artisti del 900
Le uova Bompiani ispirate al mondo dell’arte, dell’architettura e del cinema
La filosofia
Il fenomeno che Benjamin definisce la “perdita dell’aura” nell’epoca della riproducibilità tecnica dell’opera d’arte, ossia la perdita del “qui e ora” magico e unico che si fonde con la creazione artistica e la contraddistingue non ne comporta una perdita di qualità, ma piuttosto una desacralizzazione, il che favorisce un’esperienza laica della cultura e ne sostituisce il valore rituale con un valore espositivo antiestetizzante”.
Le Uova Bompiani
Partendo da Fabergè e dalle sue uova decorate, uniche e preziose, e dalle uova commerciali, si è cercato di rovesciarne i concetti: le uova sono di cioccolata, ma l’elemento di unicità e preziosità è la riproduzione delle grandi opere dell’arte moderna e contemporanea, quindi l’involucro è allo stesso tempo la “sorpresa” del banale uovo di Pasqua commerciale.
Con il pensiero di Benjamin nella mente, lo scorso anno abbiamo iniziato a riprodurre le grandi opere dell’arte pittorica del secolo scorso: Pollock, Fontana, Kandinskij, Haring, Burri, ecc.
Quest’anno l’obiettivo è allargare il raggio d’azione alle altre arti in special modo all’architettura e al cinema.
La mostra continuerà dal 22 al 31 marzo 2013
Orario 16,00 – 20,30
Per ulteriori informazioni:
Tel: 06.51.24.103
www.pasticceriabompiani.it

Uova_Bompiani_1

Vernissage 22 Marzo 2013 ore 17:30

Pasticceria Bompiani

Largo Bompiani, 8 (Roma)

Mostra di Uova Pasquali dedicate ai grandi artisti del 900

Le uova Bompiani ispirate al mondo dell’arte, dell’architettura e del cinema

La filosofia

Il fenomeno che Benjamin definisce la “perdita dell’aura” nell’epoca della riproducibilità tecnica dell’opera d’arte, ossia la perdita del “qui e ora” magico e unico che si fonde con la creazione artistica e la contraddistingue non ne comporta una perdita di qualità, ma piuttosto una desacralizzazione, il che favorisce un’esperienza laica della cultura e ne sostituisce il valore rituale con un valore espositivo antiestetizzante”.

Le Uova Bompiani

Uova_Bompiani_2

Partendo da Fabergè e dalle sue uova decorate, uniche e preziose, e dalle uova commerciali, si è cercato di rovesciarne i concetti: le uova sono di cioccolata, ma l’elemento di unicità e preziosità è la riproduzione delle grandi opere dell’arte moderna e contemporanea, quindi l’involucro è allo stesso tempo la “sorpresa” del banale uovo di Pasqua commerciale.

Con il pensiero di Benjamin nella mente, lo scorso anno abbiamo iniziato a riprodurre le grandi opere dell’arte pittorica del secolo scorso: Pollock, Fontana, Kandinskij, Haring, Burri, ecc.

Quest’anno l’obiettivo è allargare il raggio d’azione alle altre arti in special modo all’architettura e al cinema.

La mostra continuerà dal 22 al 31 marzo 2013 (Orario 16,00 – 20,30)

Per ulteriori informazioni:

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *