L’Isonzo che verrà…

L’Isonzo del Friuli perde la varietà di bianco “Traminer aromatico”, ma guadagna, il “Pignolo” fra gli uvaggi rossi. È stata infatti approvata dal Comitato nazionale vini la modifica del disciplinare di produzione della denominazione d’origine controllata “Friuli Isonzo” o “Isonzo del Friuli” richiesta dalla regione.

Da oggi, la Doc friulana potrà essere ottenuta da uvaggi a bacca bianca del tipo Chardonnay, Malvasia (da Malvasia istriana), Moscato giallo, Pinot bianco, Pinot grigio, Riesling (da Riesling renano), Riesling italico, Sauvignon, Tocai friulano e Verduzzo friulano; per la varietà dei rossi, invece, potranno essere utilizzati i vitigni: Cabernet (da Cabernet franc o Cabernet sauvignon), Cabernet franc. Cabernet sauvignon, Franconia, Merlot, Moscato rosa. Pignolo, Pinot nero, Refosco dal Peduncolo Rosso e Schioppettino. Per quanto riguarda la zona di produzione, questa ricade nella provincia di Gorizia e comprende i terreni siti nei Comuni di: Romans d’Isonzo, Gradisca d’Isonzo, Villesse, San Pier d’Isonzo, Turriaco, Medea, Moraro, Azariano del Friuli e in parte il territorio dei comuni di Cormons, Capriva del Friuli, San Lorenzo Isontino, Monfalcone, Mossa, Gorizia, Fogliano di Redipuglia, Farro d’Isonzo, Savogna d’Isonzo, Sagrado, Ronchi dei legionari, San Camion d’Isonzo e Staranzano. Due parole sulla produzione massima di uva per ettaro e sulla gradazione minima naturale. La prima, per le produzioni di tocai friulano, Malvasia istriana, Verduzzo friulano e Merlot in coltura specializzata, arriva fino a 13 tonnellate per ettaro contro i4kg di uva per ceppo di media, mentre, per le rimanenti tipologie, non può superare le 12 tonnellate per ettaro se in coltura specializzata e i 3,70 kg di uva per ceppo in media. Le uve devono assicurare a tutti i vini un titolo alcolometrico volumico naturale minimo del 9,5% vol. Sotto il profilo dei quantitativi per la vendita, le rese per ettaro non devono essere superiori a 91 ettolitri per le tipologie Tocai friulano, Malvasia, Verduzzo friulano e Merlot e a 84 ettolitri per le altre tipologie di vino. (Italia Oggi)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *