La strada del “Nobile” è tra le migliori in Italia

Oltre 200.000 enoturisti, per lo più provenienti dall’estero, hanno preso d’assalto nel 2007 le vie e le piazze di Montepulciano alla ricerca del vino e dei prodotti del territorio. A riferire il dato, davvero notevole, è la Strada del Nobile di Montepulciano, struttura che opera nell’enoturismo dal 1998 e che nel 2007 ha registrato oltre 200.000 tra visite per informazioni e prenotazioni nelle strutture convenzionate; un vero e proprio boom dell’enoturismo che si sta riconfermando anche nel 2008 (fino ad agosto la cifra è già sulle 180.000 presenze).

Un dato importante che su quello totale di Montepulciano (città d’arte che, nonostante la crisi generalizzata del turismo, continua a mettere a segno costanti incrementi) parla chiaro: il vino è uno dei principali elementi di traino di questo bellissimo territorio. Secondo i dati della Strada del Nobile degli oltre 200.000 enoturisti, il 40% sarebbe costituito da italiani mentre il Paese estero più rappresentato continuerebbe ad essere la Germania (15%), valore in calo sul 25% medio degli ultimi anni.
Tra le novità, per l’Europa, spiccano Francia e Spagna (rispettivamente 10% e 6%) soprattutto nei mesi estivi. Sarebbero, inoltre, in forte crescita visite da Paesi emergenti. In particolare il Giappone e la Nuova Zelanda (rispettivamente il 3% e il 5%, ma in grande incremento rispetto agli anni precedenti) e i Paesi dell’America Latina (10% da Brasile e Argentina). E proprio questo movimento potrebbero rappresentare una vera e propria opportunità per il turismo “fuori stagione” dal momento che i latino – americani godono prevalentemente delle proprie ferie nei primi mesi dell’anno (tra gennaio e marzo). Nel 2007, ma anche nel 2008, gli statunitensi sono sul 10%.
Diverse le modalità di prenotazione degli enoturisti: c’è chi sceglie di riservare posti e visite attraverso internet; il primo approdo è quindi il sito della Strada del Nobile (www.stradavinonobile.it) che, nel 2007, ha registrato 70.000 accessi. A fare da traino insieme al vino sono i “Wine Tour” prodotti dalla Strada del Nobile che offrono insieme alla visita delle cantine anche l’arte, l’artigianato, le terme e la gastronomia di Montepulciano.
La Strada del Nobile di Montepulciano è sorta nel 1998 per volontà delle più importanti realtà del territorio (pubbliche e private), su tutte il Comune e il Consorzio del Nobile di Montepulciano (dalle 60 realtà dell’anno di costituzione, oggi la Strada conta oltre 140 tra ristoranti, alberghi, agriturismo, enoteche e cantine). Il “sistema Montepulciano” è dunque ok. E la certificazione arriva dal Censis Servizi Spa, che mette la Strada del Nobile tra le migliori d’Italia. (WineNews)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *