In Sicilia, buona la vendemmia ma non i prezzi, attivare l’aiuto “disaccoppiato”

Nel 2009 la produzione siciliana di vino è leggermente superiore agli oltre 6 milioni di ettolitri del 2008. Lo stima la Coldiretti, sulla base delle previsioni dell’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (Ismea). Anche le buone condizioni climatiche fanno presagire un’ottima qualità dell’uva.
“Purtroppo, ad oggi, le previsioni del prezzo di vendita – affermano il presidente e il direttore della Coldiretti, Alfredo Mulè e Giuseppe Campione – sono pessimistiche e non remunerative rispetto ai costi di produzione che invece sono aumentati”.

Di fronte a questa situazione – proseguono – occorre avviare un progetto innovativo che si discosti dal passato e vada verso l’aiuto disaccoppiato per ettaro di vigneto, all’interno di un pacchetto più complesso di iniziative a favore del settore in cui ricade il progetto della Doc Sicilia, dei sostegni alla ristrutturazione delle cantine”.
“In particolare, la Doc Sicilia – conclude Coldiretti Sicilia – può rappresentare uno strumento fondamentale per la valorizzazione delle produzioni vitivinicole regionali. Produrre per il mercato, allargare le potenzialità che derivano dal marchio, può rappresentare la chiave di volta per il comparto vitivinicolo siciliano”. (WineNews)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *