Il Prosecco dai mille volti…

Sabato scorso si è concluso l’iter per il riconoscimento della Doc… Il ministro alle Politiche agricole, Luca Zaia, ha firmato il decreto, che riconosce la Doc “Prosecco” e le Docg “Conegliano Valdobhiadene – Prosecco” e “Colli Asolani-Prosecco” o “Asolo-Proeecco” per le due sottozone storiche. Dal 1° agosto, poi, la Doc Prosecco e le due Docg storiche saranno protette come Dop nel registro comunitario. Questi gli aspetti innovativi salienti:
– Per la Doc “Prosecco”, le disposizioni del disciplinare saranno applicabili dall’inizio della prossima vendemmia (1° agosto 2009);

– Per consentire alle numerose imprese imbottigliatrici delle Docg “Conegliano Valdobbiadene – Prosecco” e “Colli Asolani-Prosecco” di adeguare, con un certo margine di tempo, i propri impianti, per l’applicazione sulle chiusure delle bottiglie della fascetta di Stato prevista per le Docg, è stato previsto che, fermo restando il riconoscimento delle Docg per le produzioni provenienti dalla vendemmia 2009, l’immissione al consumo avvenga in contemporanea a decorrere dal 1° aprile 2010, coadiuvata da idonee iniziative promozionali;
– Poiché con il riconoscimento della Doc “Prosecco” non sarà più possibile utilizzare, in etichettatura e presentazione, il nome della varietà di vite “Prosecco” per altri vini, compresi i vini spumanti designati con nome di vitigno e i vini a indicazione geografica tipica preesistenti (“Alto Livenza”, “Colli Trevigiani”, “delle Venezie – Marca Trevigiana”, “Veneto”, “Venezia Giulia” e “Vigneti delle Dolomiti”), con il decreto si consente lo smaltimento delle giacenze delle produzioni dei vini spumanti e dei vini Igt provenienti dalla campagna vendemmiale 2008/2009 e precedenti, designabili con il nome del vitigno “Prosecco”, fino ad esaurimento scorte.
Il ministero delle politiche agricole spiega poi che sono state previste misure per consentire lo smaltimento delle partite delle Doc storiche preesistenti, sempre fino alla data del primo aprile 2010, dopodiché le eventuali giacenze, avendo le stesse caratteristiche delle nuove Docg, dovranno essere riclassificate con la Docg. Infine, con separati decreti saranno apportato modifiche ai decreti delle Igt, per sostituire la tipologia facente riferimento al vitigno “Prosecco” con il sinonimo “Glera”, nonché per stralciare dal disciplinare dei vini Doc “Montello e Colli Asolani” ogni riferimento alla tipologia “Prosecco”, essendo transitata alla Docg “Colli Asolani” o “Asolo”. (Italia Oggi)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *