Il Pane nel Lazio

panePresentato a Roma dall’assessore all’Agricoltura della Regione Lazio, Daniela Valentini,il libro “Il pane nel Lazio” racconta i luoghi e la cultura della filiera grano-farina-pane. Ciriola, sfilatino, tottino, incacchiatella di Velletri, Genzano Igp, casareccio di Lariano, per citarne alcuni


Non basta dire pane. Il più antico prodotto derivato dal frumento si presenta sotto vesti e sapori molteplici e con caratteristiche definite. Ciriola, sfilatino, tottino, incacchiatella di Velletri, Genzano Igp, casareccio di Lariano: sono solo alcune delle 11 tipologie tradizionali della provincia di Roma, e tante altre sono quelle presenti in tutto il Lazio. L’amministrazione regionale ha deciso di promuoverne la conoscenza – e quindi il consumo consapevole – e di sostenerne la genuinità intervenendo in tutta la filiera produttiva, dal grano alla farina fino alla pagnotta.

L’assessore all’Agricoltura, Daniela Valentini, ha presentato all’Enoteca Regionale di Roma una serie di iniziative che si svilupperanno fino a tutto il mese di gennaio insieme al libro “Il pane nel Lazio. Luoghi e cultura della filiera grano-farina-pane”, una vera e propria guida alle tipicità locali. Attività divulgative, locandine, furgoni abbigliati, cartoline e degustazioni cattureranno l’attenzione di operatori del settore e consumatori.

«In questi anni la Regione – ha detto Valentini – ha lavorato molto in questo senso coinvolgendo migliaia di studenti in progetti e manifestazioni con l’obiettivo primario di diffondere principi di una corretta alimentazione e di rivalutare le nostre tradizioni». Si vuole così favorire la difesa nella aree non coltivate o destinate ad altre semine, la valorizzazione di mulini artigianali, la produzione di farine più idonee e la panificazione più naturale. Far diventare in sostanza quello che è sempre stato un alimento di prima necessità una parte essenziale della ricerca del gusto a tavola. Tanti pani da scegliere, tanti sapori da conservare.

(Italia a Tavola)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *