Il “Netsens” del vino…

Sistema Wireless… Si chiama Netsens, ed è un sistema wireless per il controllo dei vigneti che promette di sbaragliare la concorrenza d’Oltreoceano, ancorata a metodi meno maneggevoli. Inventato dai ricercatori dell’Università di Firenze guidati cia Gianfranco Manes nell’ambito del progetto europeo GoodFood, il dispositivo, che costa trai 600 e 11.000 euro per ettaro (ammortizzati nel primo anno), permette di misurare l’umidità dell’acqua, per ottimizzare l’irrigazione; controllare i parassiti, limitando i pesticidi a quando è realmente necessario, e seguire la maturazione di ogni microzona, pianificando al meglio la raccolta e le colture in base al terreno.

Il tutto in qualunque parte del mondo, perché basta un pc collegato a internet. Per ora Netsens è stato adottato da due produttori del Chianti, cui dovrebbero aggiungersene altri i in Italia entro il 2009 e altri dei Paesi del Mediterraneo, dove la coltura può essere difficile e l’acqua scarsa.  (Il Sole 24 Ore)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *