Il Negramaro di Segmento Salento

In un segmento di Puglia già animato da Pizzica e Taranta, trova la sua naturale collocazione la realtà “Segmento Salento“.
L’azienda  nasce nel 2005 per far emergere  la vera essenza e la qualità, di quello che è uno dei vitigni tipici del Salento: il Negramaro.
L’idea è nata grazie a due personaggi come Antonio Martina, un imprenditore amante della sua terra e Giacomo Palmisano, un giovane enologo con un grande futuro, che attraverso la struttura produttiva della Cantina Viticultori Associati di Veglie hanno realizzato questo progetto interpretando il  Negroamaro, in ogni sua sfaccettatura.
Il piano prevede la particolare attenzione ai vigneti salvaguardando l’impianto tipico  ad alberello pugliese; la programmazione delle scelte sulle tipologie di coltivazione; la valorizzazione delle vigne al fine di ottenere uve di qualità ; questo per ottenere prodotti di qrande qualità e fascino, tanto da farli apprezzare sui più importanti mercati, sia nazionali che internazionali, ormai sempre più esigenti  e preparati.
La sfida era tirare fuori qualcosa di particolare ed originale da un’uva difficile come il Negramaro e loro non solo ci sono riusciti, ma continuano a crederci attraverso continue sperimentazioni avvalendosi dell’importante consulenza dell’Istituto Sperimentale per l’Enologia di Barletta ed in particolare del Dott.Lovino.

 

Ma assaggiamoli questi vini….

 

     Iniziamo con un vino spumante Rosé Extra Dry Metodo Charmat Lungo denominato Carlo V.
La scelta del nome richiama un episodio della storia salentina, quando l’imperatore Carlo V, dal quale il castello ha preso il nome, ordinò all’architetto salentino Gian Giacomo dell’Acaja di costruire una fortificazione a Lecce.
Il colore è un tipico cerasuolo vivo e trasparente, i profumi variano dal fruttato al floreale con degli accenni sorprendenti di erbe aromatiche.

In bocca si rivela in tutta la sua freschezza e piacevolezza in cui la scelta del dosaggio ammansisce i caratteri spigolosi del Negroamaro.

Nell’ambito del Merano International WineFestival che si terrà dall’ 8 al 10 Novembre 2008, questo spumante è stato inserito nella rubrica speciale “Vini da non perdere” perché il vino segnalato ha espresso tipicità, corrispondenza al vitigno e al territorio di origine, piacevolezza e buona beva.

 

La progressione ci porta a scoprire un’altra perla di questo ricco territorio: la Verdeca, simbolo della viticoltura a bacca bianca della regione che l’azienda produce in purezza, dandogli il nome di “Sine”.
L’annata è la 2007, di colore giallo paglierino con riflessi verdolini si rivela subito all’olfatto con un frutto giallo e fresco che ricorda le susine, e le  mele.
In bocca è sapido e grasso grazie alla glicerina che bilancia la freschezza.

 

    

Da una vinificazione in rosato del Negroamaro, nasce l’evocativo “Rrubbacuore”, il tipico e caratteristico rosato salentino, ottenuto con salasso, anche qui l’annata è la 2007.
Al naso è intensamente fruttato (nitide la fragola, il ribes, il lampone,) con richiami floreali di rosa selvatica, e vegetali di rosmarino.
In bocca ritroviamo la freschezza olfattiva che lo rende estremamente duttile negli abbinamenti che possono spaziare tranquillamente dalla carne al pesce. 

 

 

Ma  è nel “None” che “u Niurumaru” parla un salentino originale ed inedito.
Il colore è rosso rubino con un’unghia, nonostante l’annata sia il 2005, ancora giovane.
Al naso  è solare, inconfondibilmente mediterraneo e salentino, con frutta matura, ciliegia, prugna, mora, in evidenza, e note selvatiche, speziate tutte originarie dell’uva.
In bocca è un vino corposo, sicuramente una bella espressione del Negroamaro ricco di carattere, grazie ad un sorprendente tannino ben pronunciato, e ad una acidità che lo rende vivo e scattante.

 

Il progetto Segmento Salento è nato con la precisa volontà di rendere omaggio ad un territorio ricco e generoso, ed ora è una realtà corale e onesta con gli stessi orizzonti aperti del mare su cui si affaccia.

 

Staff GustoVino

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *