Il Lazio punta sui prodotti a chilometro zero

Km_ZeroApprovata dalla Giunta Regionale la proposta di legge per promuovere il consumo dei prodotti agricoli a chilometri zero.
Un provvedimento, già da qualche tempo annunciato dall’Assessore alle Politiche Agricole Angela Birindelli, che mira a creare una corsia preferenziale e un’immagine riconoscibile con un apposito logo per i prodotti regionali, attraverso la certificazione volontaria (norme ISO) dell’origine e della sostenibilità ambientale.

Assicurando nel primo caso la tracciabilità di filiera e nel secondo la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.
Tali prodotti, una volta certificati, potranno godere di particolari agevolazioni in termini di valorizzazione commerciale con un accesso preferenziale alle reti di ristorazione collettiva (mense scolastiche e servizi ospedalieri) gestite da enti pubblici e ai mercati agricoli di vendita diretta; nonchè una collocazione in appositi spazi dedicati nelle strutture private di commercializzazione operanti sul territorio regionale.
La proposta di legge, che stanzia per il triennio 2011-2013 la somma di 6 milioni di euro, oltre a sostenere la certificazione volontaria, impegna la Regione a sviluppare un apposito circuito per la promozione delle imprese che si avvalgono del logo e le opportune iniziative di educazione alimentare atte a favorire il consumo di prodotti agricoli a chilometri zero. (Arsial)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *