Il Colli Martani ha un nuovo look

Il Colli Martani doc amplia le tipologie dei vitigni e cambia look. Oltre all’inserimento del vitigno Vernaccia Nera e della relativa tipologia, viene prevista la possibilità di utilizzare come chiusura dei recipienti il tappo a vite “incapsulato” e di confezionarlo in “bag in box” fino a 5 litri esclusi i vini che prevedono sottozone e riserva. Sono queste le principali modifiche approvate la settimana scorsa dal Comitato nazionale vini al disciplinare di produzione della Doc umbra. 

Il Colli Martani potrà, perciò, essere prodotto anche con uva del vitigno Vernaccia nera (o Cornetta) per almeno l’85% del prodotto, mentre il rimanente 15% da vitigni coltivati nelle province previste dal disciplinare. Queste sono: Perugia, con Gualdo Cattaneo e Giano dell’Umbria e parte del territorio dei comuni di Todi, Massa Martana, Monte Castello Vibio, Montefalco, Castel Ritaldi, Spoleto, Bevagna, Cannara, Bettona, Deruta e Collazzone. Per quanto riguarda le rese per ettaro che, variano da un max di 12 ad un min. di 10 tonnellate per ettaro, per la tipologia vernaccia si scende a 8 (otto) tonnellate per ettaro di vigneto in coltura specializzata, di cui, peraltro, se ne potranno usare solo 6 per l’appassimento a seguito di cernita, tenendo comunque conto che la resa massima in vino dell’ uva fresca per la tipologia Vernaccia non deve essere superiore al 40%. La vinificazione, oltre che nella rispettiva zona di produzione, potrà essere fatta anche in cantine che si trovano nell’intero territorio del comune di Cannara. Per quanto riguarda il confezionamento, le bottiglie o i recipienti che restano sotto i 5 litri, tranne che per la tipologia “Riserva”, devono essere per confezionati secondo i tradizionali caratteri di un vino di pregio e possono essere chiusi o con tappo raso bocca o a fungo per lo spumante o con tappo a vite tipologia “Pilfer Prof” e similari; possono essere confezionati in Bag in Box con capacità massima di 5 lt., con le limitazioni previste per i vini che prevedono sottozone e riserva. Per questi ultimi la commercializzazione richiede la chiusura raso bocca con capacità di lt. 0,75 (o multipli) e con capienza massima di lt. 15. Per la tipologia Vernaccia i contenitori devono essere da un minimo di 0,375 ad un massimo di 0,750 lt.

(Italia Oggi)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *