Il batterio “sommelier”…

Ricerca…E’ nella saliva l’ingrediente che ci consente di apprezzare in pieno l’aroma di un vino. Si tratta, di un germe, il Fusobacterium nucleatum, presente normalmente nel cavo orale insieme a tanti altri. Ma lui ha la capacità di trasformare composti solforosi, inodori in sostanze aromatiche, dette tioli. Lo ha dimostrato un gruppo di ricercatori di Ginevra aggiungendo il batterio a campioni di saliva sterili che contenevano le sostanze potenzialmente profumate. Solo quando avveniva l’incontro con il germe in questione comparivano i tioli. (Corriere della Sera)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *