GRECO DI TUFO 2009 (Di Prisco)

Di_Prisco_Greco

A cura di Fabrizio Vicari (Staff GustoVino)

Proprio l’anno scorso di questi tempi mi trovavo in Irpinia in compagnia dei miei amici, nonché anche loro sommelier, con i quali condivido la passione per il vino e per la gastronomia…

Abbiamo fatto un bel giro visitando alcune cantine tra cui quella di Pasqualino di Prisco a Fontanarosa in provincia di Avellino, piccolo paese noto per la lavorazione della pietra, salumi e vino, molto vicino a Taurasi

Pasqualino, persona timida e riservata, quanto gentile ed affabile, ci ha accolto con la splendida ospitalità riservataci sempre da queste parti, ma non solo, forse sono i piccoli produttori, quelli che amiamo e che ci piacciono di più, ad avere verso il cliente sempre un’attenzione particolare…

L’azienda che risale al 1995, possiede 13 ettari di vigneti curati con un’attenzione quasi maniacale e sempre alla continua ricerca di terreni adatti e vocati, a Montefusco, Pietra dei Fusi, Solopaca e Montefredane, con la consulenza di Carmine Valentino, enologo di spicco fra le aziende irpine…

L’intera produzione si aggira intorno alle 120.000 bottiglie annue, di cui circa 35.000 sono destinate al Greco di Tufo, mentre le altre sono ripartite tra “Pietra Rosa” (il cru di Greco da uve selezionate e resa più bassa), Coda di VolpeFiano, Aglianico e Taurasi

Una curiosità riguarda il Fiano di cui Pasqualino possiede un piccolo vigneto (qui nella foto di Eugenio Simoni) intorno alla cantina, su terreno sabbioso, e quindi elegante e dai grandi profumi, che esce come “Irpinia Doc”…Di_Prisco_04

Pasqualino ci ha fatto assaggiare parecchie cose, tra cui un’interessante mini-verticale proprio di Greco, da cui abbiamo già potuto cogliere le grandi potenzialità e tipicità che il vitigno sviluppa da queste parti…

Le uve provengono da un vigneto situato a circa 650 metri nei dintorni di Montefusco, su un terreno argilloso/calcareo, con una resa di 80 qli, ed un affinamento di almeno 6 mesi in bottiglia.

In questi giorni ho voluto riassaggiare il Greco di Tufo 2009, acquistato proprio durante la mia visita in cantina, che dopo aver subito la sua pur breve evoluzione “riposando“ circa in anno nella mia cantina,  si è rivelato ancora una piacevole sorpresa…

Il colore è un giallo paglierino intenso, dai profumi marcati di frutta bianca e gialla, nonché di agrumi di tra cui cedro e limone che preparano ad un’acidità sferzante e decisa…

Al centro bocca è piacevolmente morbido, con una buona struttura ed un finale minerale e sapido, con una persistenza medio-lunga…

Di_Prisco_01Molto legato al territorio ed in grado di reggere pietanze di un certo spessore tra cui inserirei pesce grasso, magari di lago, si sposa sicuramente con piatti regionali, ma a mio parere è anche un ottimo abbinamento per la famosa Tiella di Gaeta (con scarola, gamberetti etc.), piatto tipico al confine tra Lazio e Campania…

Io ho provato invece ad abbinarlo con del prosciutto di Bassiano, giusto per rimanere nella mia regione, con il quale ha iniziato una strenua “lotta” nella quale la freschezza del vino alla fine ha prevalso asciugando il grasso del prosciutto, per quanto qualitativamente valido, si è dovuto arrendere anche alla sapidità finale, ancora maggiore del suo degno avversario…

La bocca ne esce pulita, ritorna l’agrumato su un sfondo erbaceo, nota che poi va a sposarsi perfettamente con una ricotta di pecora, intensa nelle sue sensazioni vegetali ed animali…

Senza avere pretese di vino da grande invecchiamento o chissà quale importanza (per questo c’è il “Pietra Rosa”), credo che di questi vini bisognerebbe farne scorta, non solo considerando la notoria qualità, ma anche il prezzo veramente vantaggioso…

Nei prossimi post parleremo ancora di questo piccolo, quanto grande produttore, dove analizzeremo il suo Taurasi che lasciamo per ora “rilassare” in cantina, al fine di ricevere emozioni come sa dare sicuramente il territorio irpino…

Pasqalino Di Prisco
Contrada Rotole, 27
83040 Fontanarosa (AV)
Tel: 0825/47.57.38
Cell: 338.20.80.183

www.cantinadiprisco.it
cantinadiprisco@libero.it 

Di_Prisco_logo_orizz

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *