Due visioni per il Brunello del futuro…

“A vincere sui mercati è stato il Brunello non di solo Sangiovese” Le parole di Ezio Rivella rimbombano pesanti nell’aula magna dell’Università di Siena dove venerdì scorso si è tenuto il faccia a faccia tra l’ex ad di Villa Banfi a Montalcino, e Franco Ziliani, giornalista paladino dei disciplinari dettati dalla tradizione. “Il successo del Brunello” ha detto Rivella durante il dibattito organizzato da Vinarius e seguito on line sul sito dell’associazione delle enoteche da oltre 10mila contatti, “è dovuto ai produttori.

E il Brunello che ha conquistato il mondo non è quello di solo Sangiovese, ma quello nuovo”. Dunque se per qualcuno il futuro o già il presente, è in un “nuovo” Brunello per altri occorre rimanere ancorati alla tradizione. Come per Ziliani, secondo cui “il rischio è di aprire ai vitigni internazionali, come ha fatto il Chianti Classico, e non avere poi più il controllo della situazione!”. (ItaliaOggi)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *