Dal Portogallo una campagna per salvare i tappi di sughero

Una campagna per "Salvare Miguel". Miguel non è il nome di un ragazzo in pericolo, bensì il soprannome dato dall'industria portoghese del sughero ai tappi, utilizzati da secoli per le bottiglie di vino. Secondo le statistiche, l'Australia è il paese in cui vengono utilizzati in proporzione meno tappi di sughero. Sette bottiglie su 10 utilizzano quelli di metallo a vitè, o di plastica, e la proporzione aumenterà. A partire da giugno 2009 anche la Wolf Blass, che produce i vini di qualità più popolari d'Australia, rinuncerà del tutto al sughero. (Cronache di Gusto)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *