Da vino e frutta l’export di qualità…

I quattro nuovi poli di settore istituiti a giugno punteranno sui prodotti di alta gamma… L’agroalimentare piemontese è in salute. Almeno nel Sud della Regione. Lo dicono i dati dell’analisi congiunturale di Unioncamere e del monitor dell’export dei distretti di Intesa-Sanpaolo. E lo dicono anche i protagonisti, convinti di avere, grazie soprattutto ad alcuni prodotti di forte prestigio internazionale, le carte giuste per reggere la tempesta che è iniziata.

Una di queste è il sistema dei distretti dell’agroalimentare di qualità in Regione: Fiori (Biella, Novara, Vco), vini (uno per il nord e uno per il sud Piemonte, in via di unificazione)… …Il sistema dei distretti regionali è il frutto della legge approvata giugno… …Dietro la cornice istituzionale, tuttavia, i fattori determinanti, soprattutto per il futuro, sono quelli che hanno fatto la recente fortuna soprattutto nel settore vitivinicolo: alta qualità del prodotto, tracciabilità, marketing, economie di sistema, indotto. I risultati si vedono soprattutto sulle esportazioni. “Negli ultimi tre anni – dice Mario Sacco, presidente della Camera di commercio di Asti e vicepresidente del distretto dei Vini Langhe, Roero e Monferrato – abbiamo avuto incrementi importanti nelle esportazioni, trainati dal settore vitivinicolo, ma anche dall’indotto delle macchine per la produzione enologica: siamo intorno al 13-15% di crescita annua. ” Sacco promuove il modello distretto: “E’ una risorsa importante per valorizzare e difendere le Pmi del settore che crescono e creano un’occupazione stabile, legata a un’economia del territorio ad alto valore aggiunto”. Ora sta nascendo tra Asti e Cuneo il polo tecnologico regionale dell’alimentare su cui la Regione ha investito una quota dei 60 miliardi dei fondi Por (Programmi operativi regionali). “E’ una nuova opportunità di sviluppo – dice Sacco – già oggi il settore enomeccanico collegato all’economia del vino conta aziende importanti, che fatturano per il 70-80% all’estero”. (Il Sole 24 Ore)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *