CUOCO & CAMICIA, l’umiltà di mettersi in gioco…

LogoA cura di Fabrizio Vicari

La città di Roma negli ultimi anni è cresciuta molto nel numeri di ristoranti di tutti i livelli dove ogni cittadino può trovare il suo ideale per trascorrere una piacevole serata, ma mio parere c’è ancora tanto da fare, soprattutto dal punto di vista della domanda, non essendo arrivati ancora a quella cultura che consentirebbe il cosiddetto “salto di qualità”…

Riccardo Loreni

Riccardo Loreni (dal sito)

In questo mondo però esistono anche imprenditori e chef, giovani, bravi e promettenti che, spinti dall’amore per il loro lavoro, non hanno paura a rischiare ed a mettersi in gioco per far capire che esistono delle eccellenze che fortunatamente il nostro paese ha a disposizione…

(Dal sito)

Esterno (dal sito)

E’ il caso di Riccardo Loreni (il Cuoco) e Francesco Raveggi (la Camicia, l’imprenditore), due amici che circa 3 anni e mezzo fa decidono di aprire il loro locale, uniti dalla passione per l’enogastronomia con lo sforzo di esaltare prodotti ben selezionati dal territorio, attraverso il loro impegno e le loro attitudini personali, ma consci dei propri limiti e senza “voli”…

Interno 1

Il locale è di transito verso la “Basilica di San Pietro in Vincoli”, un passaggio culturale che spinge non solo i turisti, ma anche tanti cittadini romani ed italiani a fermarsi per una piacevole sosta rilassante (d’estate anche all’aperto, fuori dai rumori e lontano dalle auto), in un atmosfera tranquilla, con un arredamento semplice ed informale, dalle luci basse, che affascina anche per la sua aria da osteria moderna…

Pane

Pane fatto in casa

Il menu cambia continuamente, non solo in base alla stagionalità, ma anche secondo l’estro dello chef che con l’aiuto del suo staff, tra cui Francesco Azzaretto, preferisce fare in casa anche il pane, le paste fresche ed i dolci, sempre dietro ad un’attenta scelta delle materie prime…

Tartare di salmone e mango sferificato

Tartare di salmone e mango sferificato

Ho avuto l’opportunità di assaggiare alcuni piatti attraverso i quali lo chef ha dato sfogo alla sua creatività, spaziando dalle piccole preparazioni fino ai suoi cavalli di battaglia, in un abbinamento al calice studiato su misura sempre da Riccardo, grande appassionato di vino “naturale” (e molto di Francia), coadiuvato da un cortese e preparato servizio in sala da parte di Elisa e CosimoBlanquette (fronte)

Si è iniziato con “Aperitivo con cozze in pastella gorgonzola e mortadella, animelle di agnello panate marinate al passion fruit, tartare di salmone e mango sferificato”, dove Riccardo ha intervallato sapori e profumi tra carne e pesce, per un avvio divertente e stimolante, il tutto accompagnato dalla Blanquette de Limoux “La Bulle de Limoux” (Aimery), gradito compagno di viaggio…

Polpo arrosto con cozze, zucchine, burrata e salsa al nero di seppia

Polpo arrosto con cozze, zucchine, burrata e salsa al nero di seppia

Ha seguito il “Polpo arrosto con cozze, zucchine, burrata e salsa al nero di seppia”, un piatto veramente gustoso e ben bilanciato al quale l’abbinamento del Vermentino Colli di Luni “Vigne basse” 2014 (Terenzuola) ne ha po’ risentito non riuscendo fino in fondo a contrastarne l’ottima affumicatura…Vermentino

Eccoci dunque ai due assaggi di primo, qui Riccardo ha raggiunto a mio parere l’apice della serata sicuramente con gli “Spaghettoni ajo e ojo con ostriche e briciole di pane”, un contrasto tra la tradizione classica della romanità con il sapore del mare, un matrimonio molto ben riuscito esaltato anche dal Sancerre “Les Charmes” 2014 (Domaine Andrè Vatan)…

Spaghettoni ajo e ojo con ostriche e briciole di pane

Spaghettoni ajo e ojo con ostriche e briciole di pane

Tortelli ripieni di carbonara con zucchine romanesche e guanciale croccante

Tortelli ripieni di carbonara con zucchine romanesche e guanciale croccante

Meno convincenti, ma di sicuro impatto emotivo per quanto riguarda ancora la tradizione, i “Tortelli ripieni di carbonara con zucchine romanesche e guanciale croccante”, ai quali forse mancava un pizzico di quella grinta in più che mi aspettavo, tanto è vero che anche lo stesso vino d’oltralpe è riuscito a superare il piatto più che altro in acidità, come dalle sue caratteristiche…Sancerre

Relativamente alla carne Riccardo si fornisce da una piccola macelleria di zona dove trova una materia di ottimo livello, cosa che si è subito notata con il “Filetto di manzo ai fegatini, fichi croccanti e aceto balsamico tradizionale”, dove purtroppo la personalità dei fegatini ha sovrastato l’ottima qualità della carne ben cucinata, non aiutato dai fichi che sono rimasti leggermente slegati; qui il Nero d’Avola “Calcareus” 2010 (Gueli) si è barcamenato con equilibrio nell’abbinamento non facile…

Filetto

Filetto di manzo ai fegatini, fichi croccanti e aceto balsamico tradizionale

Crumble di albicocche e rosmarino con gelato alla camomilla

Crumble di albicocche e rosmarino con gelato alla camomilla

La serata è terminata con i dolci a cui ha aperto la strada il “Gelato allo yogurt con spuma di cioccolato bianco”, seguito dal “Crumble di albicocche e rosmarino con gelato alla camomilla”, abbinato al Moscato “Apiane” (Di Majo Norante) per un piacevole finale anche se non particolarmente emozionante…Apianae (fronte)

Cuoco & Camicia, un’oasi tranquilla e fuori dal caos cittadino che, avendo ottime potenzialità, merita sicuramente altre visite così da poter seguirne la crescita, alla quale inoltre mi permetto di suggerire un po’ di coraggio anche nella carta dei vini cercando di dare un po’ più di spazio alla nostra regione, sempre nell’ambito della naturalità, seguendo ancora di più legame con il territorio laziale che merita di pari passo di essere esplorato e valorizzato…

Infine faccio quindi un augurio a nuove soddisfazioni come l’ultima avuta dalla conquista della “Forchetta della guida Roma 2016 del Gambero Rosso”, premio che verrà festeggiato per tutto il mese di luglio con un calice di bollicine offerto agli ospiti del ristorante!

Insegna (sito)Cuoco & Camicia Ristorante
Via di Monte Polacco, 2/4 Roma
Tel. 06.88.92.29.87

Pranzo: dal mercoledì al venerdì ore 12.30-15
Cena: dal lunedì al sabato ore 19-23
Domenica chiuso per riposo settimanale

Sito: www.cuocoecamicia.it
Facebook
Twitter

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *