“Controllare ora i vitigni autoctoni”

I consumatori (Aduc) al Ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia: “Controllare i vitigni autoctoni in questo periodo quando con frutti e foglie è possibile individuarli con facilità anche con una semplice ispezione visiva”. Lo chiede al Ministro per le Politiche Agricole, Luca Zaia, l’organizzazione dei consumatori Aduc, in seguito agli scandali del settore dove “sovente si fa passare come vitigno autoctono e quindi vino, con i relativi prezzi, un vitigno internazionale (Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Sauvignon Blanc, Pinot Noir …)”.

“In Italia – ricorda l’Aduc – i vitigni autoctoni sono 350, il numero più alto nel mondo. Occorre valorizzare questo patrimonio ineguagliabile ma, soprattutto, “occorre evitare le solite fregature dei soliti furbi che realizzano contraffazioni vendendo, a caro prezzo, un vino globalizzato come autoctono”.  (WineNews)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *