Continuano a crescere i consumi di prodotti agrolimentari bio

Il grosso del mercato è nell’Italia Settentrinale, ma i maggiori incrementi di consumo si registrano al sud. Secondo una recente indagine Ismea-Nielsen, il 2008 è stato un anno positivo per i consumi di alimenti biologici in Italia. I prodotti più ricercati sono l'ortofrutta fresca e trasformata (+20% circa rispetto al 2007), i prodotti per l'infanzia (+16%) e pane, pasta, riso e uova, che su base annua hanno fatto segnare un incremento di oltre il 14%.

Molto più contenuta la crescita della spesa domestica per l'acquisto di bevande biologiche, tra le quali il vino, e di lattiero-caseari. 
Mentre, in controtendenza, registrano una battuta d'arresto i prodotti della prima colazione (caffé, tè, biscotti, dolciumi, ecc.), in calo del 14% su base annua.
Pressoché invariata la distribuzione della spesa per singole categorie: le prime tre, in ordine di importanza, raggiungono un'incidenza di oltre il 50% del totale degli acquisti, con i lattiero caseari, in particolare, attestati al 20% di quota, seguiti dall'ortofrutta, al 19,5%, e dai prodotti della prima colazione (14%).
In termini monetari, l’aumento degli acquisti domestici di prodotti bio confezionati è stato del 5,4%. Un risultato soddisfacente per il comparto, anche se meno positivo rispetto al più 10,2% riscontrato l'anno precedente. Ma comunque migliore rispetto all'andamento complessivo dei consumi alimentari, inclusi i prodotti convenzionali, che l'anno scorso sono cresciuti, sempre in termini di spesa, del 4,4%.
Riguardo alla distribuzione territoriale, i dati del 2008 confermano la forte concentrazione degli acquisti di prodotti biologici nelle regioni settentrionali, con percentuali del 44,1% nel Nord-Ovest e del 27,2% nel Nord-Est. Un altro 19,7% fa riferimento alle regioni centrali, inclusa la Sardegna, mentre il Mezzogiorno copre il restante 9% di quota.
In termini assoluti la crescita più sostenuta, rispetto al 2007, si è registrata al Centro-Sud, in particolare nel Mezzogiorno (+12,3%) e in misura minore nel Centro e Sardegna (+8,5%). In aumento i consumi bio anche nelle regioni del Nord-Ovest (+6,8%), a fronte di una flessione dello 0,8% registrata nel Nord Est. (Enotime)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *