Consorzio Franciacorta in aiuto alle aziende vitivinicole

La vendemmia procede a pieno ritmo da oltre una settimana, regalando soddisfazione per l'ottima qualità delle uve. Il Consorzio per la tutela del Franciacorta non dimentica, però, le aziende che hanno subito danni, causati dagli isolati episodi di maltempo in Luglio ed Agosto.
Infatti, dopo una prima grandinata, costata circa il 4% della produzione complessiva, nel giorno di Ferragosto si è verificato un evento temporalesco, che ha causato un ulteriore danno sulla resa, stimato intorno al 5%.

In quest'occasione, oltre alla perdita delle uve, provocata dalla grandine, si è registrata la caduta di alcuni filari di vite, a causa della tromba d'aria.
"La volontà del Consorzio – afferma il direttore Adriano Baffelli – è di aiutare concretamente i produttori che hanno registrato le maggiori perdite, produttive e strutturali, facendo ottenere loro aiuti economici, da parte di Provincia e Regione, da destinare al rifacimento degli impianti e per supplire alla mancata raccolta.
Dobbiamo dare atto alla concreta disponibilità manifestata dall'assessore provinciale all'Agricoltura, Tomasoni, che fa ben sperare circa l'erogazione di aiuti alle aziende colpite, parti costitutive di uno dei distretti vitivinicoli più rinomati e conosciuti a livello nazionale". A dimostrazione di questa forte volontà, l'organizzazione, Venerdì 29 Agosto, dell'incontro tra i vertici dell'ente di tutela e i rappresentanti delle istituzioni Gian Francesco Tomasoni, assessore provinciale all'Agricoltura, coordinatore dell'incontro; Corrado Scolari, assessore provinciale alla Protezione Civile e Stefano Maullu, assessore regionale alla Protezione Civile.
Oltre ai momenti di valutazione ed approfondimento, sono previste visite in alcune delle aree particolarmente colpite dal maltempo di Ferragosto. "I danni hanno colpito fortunatamente in modo molto parziale il territorio – spiega Paolo Pizziol, Vice Presidente del Consorzio, che interverrà all'incontro con gli assessori provinciali e regionale – consentendo comunque una vendemmia di qualità, nel contesto di una buona annata. Non si possono però dimenticare le aziende ed i viticoltori colpiti da grandine e tromba d'aria".
In attesa del risultato comunque, le aziende non si fermano ma procedono senza sosta con la campagna vendemmiale, che porterà nelle cantine circa 20.000 tonnellate di uva, una produzione di ottima qualità che fa crescere ancor di più le aspettative, già alte, per le prime basi Franciacorta annata 2008. (Vinit.net)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *