Coldiretti-Unci: le coop per il Made in Italy…

Coldiretti e Unci (Unione nazionale cooperative italiane) si alleano con l’obiettivo di crescere per formare la più grande centrale cooperativa agroalimentare nazionale e attuare un progetto di una filiera tutta italiana, a tutela sia dei consumatori che dei produttori. L’annuncio giunge dal presidente di Coldiretti Sergio Marini, in occasione dell’assemblea nazionale della maggiore organizzazione agricola europea. Il nuovo soggetto cooperativo avrà 11.000 associati in vari settori.

Per quanto riguarda il comparto agroalimentare, sarà di circa 2.500 il totale delle imprese associate: 1.500 aderenti a Coop Coldiretti, più le 1.000 in dote all’Unci. Non sono i numeri della prima delle cooperative agroalimentari, Fedagri-Confcoperative (3.700 cooperative, 500.000 soci e 25,5 miliardi di fatturato), ma l’obiettivo dell’integrazione è rivolto a una posizione di leadership, con la volontà di realizzare una filiera dedicata alla vendita del prodotto “100% italiano”. La distribuzione – spiega Coldiretti – avverrà attraverso un’estesa rete commerciale nazionale che coinvolge duemila mercati di campagna e i punti vendita delle cooperative, oltre a mille punti vendita dei consorzi agrari, cinquemila agriturismo e diecimila aziende agricole e coinvolgerà anche la rete della “ristorazione a chilometri zero”e”la distribuzione che intenderà partecipare”. “Per la garanzia e tutela del made in Italy – commenta Marini – andiamo appunto avanti nel progetto di una filiera tutta italiana, con tanto di marchio. Sarà anche assicurato il giusto rapporto qualità-prezzo”. Per l’Unci, che rappresenta il 20% delle cooperative italiane nei vari settori economici, il presidente Luciano D’Ulizia rileva che l’accordo “è politico- strategico” e darà garanzia al progetto di filiera italiana. (Il Giornale)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *