Cina: oggi un mercato immaturo ma domani…

…uno sbocco certo per il vino europeo di qualità, infatti secondo il China Council for the Promotion of International Trade nel 2001 la Cina assorbirà oltre un miliardo di bottiglie.
Nonostante la sua immaturità, il mercato del vino in Cina è già tra i primi al mondo e secondo le stime del China Council for the Promotion of International Trade (Ccpit), nel 2011 saranno oltre 1 miliardo le bottiglie consumate.

“Oggi – ha detto Yu Chen, segretario generale Ccpit – la Cina importa vino da 40 Paesi diversi e per la promozione dell’Italia il Vinitaly China che si è da poco concluso è uno strumento efficace perché porta qui anche la cultura del vino e del food. L’appeal delle produzioni agroalimentari italiane di qualità è alto in Cina”. Gli fa eco l’Istituto per il Commercio con l’Estero (Ice): “Nonostante nel 2007 l’Italia sia stata olo al 27° posto nella classifica dei fornitori di prodotti agroalimentari – ha spiegato Maurizio Forte, direttore Ice Shanghai – se si considerano solo vino, olio, pasta e cioccolato il nostro Paese sale invece al terzo posto”.
Il bacino di maggiore interesse è quello dei giovani, che hanno un modo di spendere più simile a quello dei loro coetanei occidentali. Per i cinesi ricchi, o comunque benestanti, di età più avanzata, invece l’acquisto di lusso rappresenta ancora principalmente un mezzo per dimostrare il proprio successo, piuttosto che la ricerca di nuove esperienze. In particolare per il vino, i consumatori cinesi si possono dividere in due categorie: i “middle-aged slurpers” e i “white collars connoisseurs”. I primi sono quelli che bevono alcolici nelle occasioni di lavoro o di festa, preferendo tra i vini quelli di produzione nazionale. I secondi sono giovani professionisti o impiegati con buona propensione a spendere, che scelgono vini importati perché più attenti alla qualità ed al fatto che rappresentano uno status symbol. (Enotime)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *