Cambria: riscoperta e tradizione

di Fabrizio Vicari (Sommelier) – Staff GustoVino

Cambria

L’azienda Cambria nasce nel 1864 a Furnari, in provincia di Messina, in un territorio unico per la sua particolare collocazione geografica, composto da 4 dolci colline sulla costa nord orientale dell’isola, adagiate tra la catena dei monti Tindari-Nebrodi, ed il mare, di fronte all’incantevole  scenario delle Eolie.

Gestita dai fratelli Nino e Franco Cambria e da Nancy Astone, la cantina nasce nel 1864 con degli obiettivi ben precisi: tradizione e valorizzazione del territorio.
Affacciatasi sullo scenario vitivinicolo da quasi un secolo e mezzo, solo da quindici anni ha deciso di puntare sull’alta qualità tanto da essere apprezzato in tutto il mondo.
Infatti oggi è presente in Usa, Svizzera, Germania e Giappone, dove ha un canale aperto da oltre 5 anni”, spiega Nancy Astone, responsabile marketing dell’azienda e moglie di Nino Cambria.

Le vigne, tutte coltivate a guyot, sono destinate a Nero d’Avola, Grecanico, Chardonnay, Syrah, Catarratto, Inzolia, Grillo, Nocera e Nerello Mascalese, si estendono per circa 25 ettari, ad un’altitudine tra i 110 e i 270 metri, su terreni argillosi, assolati, sono esposte verso il mare da cui distano in linea d’aria circa 1 km.
Questa posizione privilegiata consente ai vigneti di essere sempre ventilati e rinfrescati dalle brezze marine, di conseguenza si hanno uve sane e temperature mai troppo elevate.
Oltretutto tutto questo contribuisce una maggiore aromaticità ai vini, rispetto alla media dei vini siciliani.

Vengono così ottenuti nove vini per un totale di 100.000 bottiglie.
Un Nero d’Avola e un Inzolia della linea più “genuina” Terre di Sicilia”, i più “tradizionali” bianco e un rosso della linea Bazia, il Nero d’Avola e Grecanico entrambi in purezza, della linea “Suaviter” dedicati ai giovani che si avvicinano al vino di qualità, fino ad arrivare ai tre vini della linea top, che porta il nome dell’azienda, la linea “Cambria” che nasce 15 anni fa da una ricerca di altissima livello.
Ne fanno parte uno Chardonnay in purezza e due rossi che subiscono un leggerissimo passaggio in barrique: un Syrah in purezza e il Rosso del Levriero che è un blend di Nero d’Avola e Syrah.
Tutti i vini si caratterizzano ulteriormente per un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Negli ultimi anni i Cambria hanno rinnovato la cantina con forti investimenti anche nel settore tecnologico, adottando il sistema di vinificazione a controllo automatico full-production ed un impianto di imbottigliamento, oggi tra i più avanzati.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *