Brunello declassato a Igt…

Sbloccato sì, ma declassato. Il Brunello di Montalcino, almeno una parte (compreso quello di Villa Banfi), sono stati tolti i sigilli della magistratura senese, ma il prezzo pagato è stato quello del declassamento a Igt toscano. A dirlo è la stessa procura di Siena, in una nota a firma del procuratore Nino Formisano e del sostituto Mario Formisano, indotta “a fornire alcune precisazioni per assicurare una corretta informazione”, dopo che era stata annunciato che il vino era stato dissequestrato in quanto conforme al disciplinare.

Ma così non è. Secondo quanto scrive la procura durante le indagini “sono stati sequestrati 6 milioni e 500 mila litri di Brunello e 700mila di Rosso”. Gli accertamenti tecnici disposti dalla magistratura hanno dimostrato che non erano state utilizzate uve Sangiovese al 100% come prevede il disciplinare e quindi “la quasi totalità dei produttori ha espressamente richiesto e ottenute il declassamento”. Finora circa “1 milione e 100 mila di litri di Brunello e 450 mila di Rosso sono stati declassati a Igt”. (Italia Oggi)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *