Asti Moscato al nodo costi

Il Cda della Produttori Moscato d’Asti associati, che raccoglie oltre 2000 tra aziende e coop, ha confermato nella, carica di presidente, Giovanni Satragno. Confermati anche i vicepresidenti Romano Scagliola, presidente della cantina cooperativa Valle-Belbo di Santo Stefano Belbo e Gaudio Negrino, presidente della cantina sociale di Alice Bel Colle, nell’alessandrino. La trattativa sul prezzo delle uve della prossima vendemmia è alle porte e Satragno precisa che “Il prezzo va adeguato all’inflazione. Anche il costo di trasformazione uva-mosto deve essere adeguato, considerato che da almeno 15 anni è fermo alle vecchie 280 lire al kg. Siamo disponibili a comprendere le vicissitudini di tutti”, ha detto Satragno, “ma sappiamo bene che le case vinicole per la loro produzione si adeguano ai costi di manodapera, ammortamenti, vetro, energia elettrica ma non accettiamo che l’unico “ammortizzatore” sia individuato nella materia prima”. (Italia Oggi)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *