Alto Piemonte in Love: come è andata…

Tovaglietta_e_locandinaA cura di Eugenio Simoni (staff GustoVino)

Lunedì 13 Febbraio 2012
Ristorante Inopia

Il rigore dell’inverno romano non ha scoraggiato affatto il pubblico accorso numeroso a questa interessante serata di abbinamento cibo-vino proposta dallo Chef Andrea Dolciotti e dal Sommelier Fabrizio Vicari.

Primo appuntamento di una serie di incontri tra menù creati per l’occasione e vini noti ed ignoti del miglior panorama enologico nazionale. In questa serata protagonisti i vini dell’Alto Piemonte:

Colline Novaresi Bianco “Lucino” 2009 (Erbaluce 100%) – Azienda Sergio Barbaglia
Ghemme “Chioso dei Pomi” 2004 (Nebbiolo 85% e Vespolina 15%) – Azienda Rovellotti
Gattinara “Vigneto Castelle” 2004 (Nebbiolo 100%) – Azienda Antoniolo

Atmosfera piacevole ed amichevole nell’accogliente sala del Ristorante Inopia.

Andrea_in_cucina

Lo Chef ci sorprende con un fuori menù:

Pancotto_con_baccalPancotto con baccalà

Cottura del baccalà perfetta per mantenere la giusta consistenza proposta in contrasto con la zuppetta di pancotto. Lucino

Abbinamento
Lucino: la parte morbida del Lucino sposa bene la sapidità del baccalà.

Si prosegue con la sequenza proposta per il menù:

Spuma_di_risoSpuma di riso con seppie ed asparagi planciati

Costruzione interessante. Morbidezza e dolcezza della spuma di riso, giusta tenacità e sapidità delle seppie. Spunto verticale dell’asparago planciato.

Abbinamento
Lucino: appena sopra la persistenza del vino, nel complesso giusto. Concorde l’accostamento sulle note di dolcezza.

Ravioli_di_codaRavioli di coda alla vaccinara e zuppetta di Burrata

Ottimo!!! La dolcezza della burrata è ben equilibrata dalla sapidità e dalla speziatura della coda che resta in bocca persistente. Pasta molto delicata a tendenza dolce. Ghemme

Abbinamento
Ghemme: forse la buona freschezza del vino sale un po’ troppo nella persistenza;
Gattinara: si abbina meglio sui toni dolci nel finale del vino.

Flan_di_cipolleFlan di cipolla, fonduta di taleggio e fegatini di vitella

La dolcezza della cipolla, la pungenza del taleggio e il fondo dolce/ferroso del fegato compongono egregiamente il piatto.

Abbinamento Gattinara_A
Ghemme: la tendenza ferrosa del fegato entra in leggero contrasto con  la freschezza del vino;
Gattinara: meglio la sua morbidezza che adagia in modo migliore la sensazione amara del fegato. Sposato bene in persistenza.

Mousse_di_cioccolato_e_tabaccoMousse di cioccolato e tabacco in sigaro di pasta fillo con coulis di frutti rossi

Mi piace la dolcezza poco spinta. Contrasto piacevole di consistenza tra la morbidezza della mousse e la croccantezza della fillo. Fondo piccante del tabacco Cohiba.

Abbinamento
Difficoltà maggiori con la freschezza del frutto rosso. Provato Armagnac, ma troppo secco. Riproverei un rhum morbido oppure un passito, forse meglio un Recioto della Valpolicella.

Inopia
Serata riuscita!! La clientela meno “tecnica”, ma animata da curiosità ed interesse per piatti e vini, è stata guidata sul percorso di abbinamento dalla disponibilità dello Chef e dei sommelier sempre presenti in sala.

Appuntamento alla prossima!

(Foto a cura di Eugenio Simoni)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *