Allarme Fipe: centomila posti a rischio fra bar e ristoranti…

Stoppani (Fipe): estendere cassa integrazione e contratti di solidarietà anche ai pubblici esercizi. Inflazione cala all’1,6% a gennaio… …La Fipe. E più nello specifico Lino Stoppani, presidente dell’associazione che rappresenta 230 mila pubblici esercizi tra bar, ristoranti, pizzerie, locali di intrattenimento, mense e mondo del gioco, e circa un milione di addetti.  “E’ chiaro – spiega – che la riduzione dell’inflazione va vista dalla doppia prospettiva. Da una parte quella delle maggiori risorse per i consumatori, dall’altra è il segnale della crisi e delle continue promozioni di alcuni settori come la grande distribuzione”. E voi? “Il nostro invito è a non dequalificare e quindi non a ridurrei prezzi ma a migliorare la qualità del prodotto”. “Anche perché – continua – nel 2009 il nostro settore rischia di perdere 20 mila imprese e 100 mila posti di lavoro”. Quindi? “Al governo non chiediamo contributi, ma di mettere in moto politiche economiche, puntando per esempio sul turismo, che rilancino i consumi”. “Perché”, è la logica conseguenza del discorso di Stoppani, “l’alternativa è l’estensione della cassa integrazione e dei contratti di solidarietà anche alle nostre aziende”. (Libero Mercato)

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *